Pancia dura in gravidanza: le cause e quando preoccuparsi

Avvertire la pancia dura durante la dolce attesa può dipendere da diversi fattori: ecco quelli possibili e quando, invece, è bene preoccuparsi

Può capitare spesso di avere la pancia dura in gravidanza. È un fenomeno comune e non bisogna spaventarsi, anche se è importante accorgersene e segnalarlo al medico. Da che cosa dipende? È una sorta di tensione che si percepisce a livello addominale ed è tipica del terzo trimestre, anche se alcune donne potrebbero provare questa sensazione già al quinto mese.

Di norma è l’utero che si prepara al parto o che si dilata per far posto al bambino che diventa sempre più grande. Si può avvertire una sensazione di durezza al termine di lunghe giornate stancanti, magari passate fuori casa e in piedi. La tensione addominale è un chiaro invito, da parte del nostro corpo, a fermarci a riposare o anche solo rilassarci per recuperare le forze.

A volte si indurisce dopo un po’ di ginnastica, che va a sollecitare alcune fibre muscolari, già sotto stress per la gravidanza o per un forte stress. In alcuni casi, la causa potrebbe essere la stitichezza. La pancia dura è spesso causata da contrazioni, a volte molto lievi, come le Braxton Hicks, note anche come preparatorie. Quando preoccuparsi? Se la pancia dura è accompagnata anche da dolore, se ci sono perdite o le contrazioni sono frequenti e incalzanti, conviene contattare il ginecologo o, per sicurezza, rivolgersi a un pronto soccorso ostetrico.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO