La ginnastica in gravidanza, quali esercizi fare a casa per prepararsi al parto

Scritto da: -

ginnastica in gravidanza

Fare ginnastica in gravidanza fa bene. E non solo per mantenere sotto controllo il peso del nostro corpo in continua evoluzione o per rimanere allenate. Ci sono esercizi mirati, che possiamo fare in tutti e nove i mesi della gestazione come importante preparazione fisica e mentale in vista del parto. Esercizi non troppo complicati, che tengono conto delle delicate condizioni della donna in dolce attesa.

Fare un po’ di sano sport in gravidanza, concordato con il medico curante, che sa meglio di chiunque altro il nostro stato di salute e ci può dare ottimi consigli su come svolgere la pratica sportiva, non può che fare bene. Andiamo a vedere, allora, quali sono quegli esercizi che le donne in stato interessante possono fare per prepararsi meglio al parto. E non solo dal punto di vista fisico: la ginnastica del corpo fa molto bene anche alla mente!

Con un’attività fisica mirata in gravidanza, possiamo tenere allenati alcuni muscoli che saranno protagonisti nella fase più delicata e difficile, quella del parto. Esercizi che, ovviamente, aiuteranno anche la gestante a rimanere in ottima forma fisica, evitando problemi di peso eccessivo o di cattive posture del corpo.

Dopo aver chiesto parere al vostro ginecologo (attenzione ai primi tre mesi di gravidanza, i più delicati!), potrete effettuare degli esercizi mirati per rinforzare addominali e pavimento pelvico, muscoli che al momento del parto saranno messi a dura prova, proprio come lo saranno le anche, le cosce e la vostra colonna vertebrale, che, in realtà, sono sotto pressione durante tutti e nove i mesi di gravidanza.

Dovrete anche effettuare degli esercizi aerobici, per regolare la vostra respirazione e per aiutare l’apparato cardiovascolare a funzionare meglio. Molto utili anche gli esercizi di stretching, per aiutare i muscoli ad adattarsi con semplicità e senza troppos forzo ai mutamenti del corpo. Consigliatissime, poi, le lunghe passeggiate, a ritmi lenti ma anche con un’andatura un po’ più sostenuta.

Via | Fitnesspeople

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Bebeblog.it fa parte del Canale Blogo Donna ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.