Bambini in viaggio aereo, dai documenti ai bagagli ecco come organizzarsi

Se state programmando una vacanza o un viaggio che preveda uno spostamento aereo con i bambini, ecco tutto quello che dovete sapere

State per affrontare il primo viaggio in aereo con i bambini e siete un po' in ansia? Non dovete preoccuparvi, basta un po' di organizzazione e tutto andrà per il meglio. La prima cosa di cui occuparsi quando si pianifica uno spostamento in aereo, sono i documenti del minore.

Infatti, a differenza di quanto avveniva in passato, quando il minore veniva iscritto nel documento d'identità del genitore, ora è necessario esibire la carta d'identità valida per l'espatrio (se viaggiate nella zona UE) o il passaporto individuali anche per il bambino, fosse anche un neonato.
Children watch as an AirAsia plane leave

Per questa ragione, soprattutto se il viaggio comporta uno spostamento verso un Paese extraeuropeo, programmate per tempo la richiesta del passaporto, perché rispetto alla carta d'identità, che vi verrà rilasciata in pochi minuti presso l'ufficio preposto del proprio Comune di residenza, questo documento richiede almeno una ventina di giorni per essere consegnato.

Per quanto riguarda il volo vero e proprio, bisogna sapere come regolarsi a proposito della prenotazione del biglietto. In genere le compagnie aeree suddividono i bambini in due fasce per età: Infant (da 0 a 23 mesi), e Child (da 2 a 11 anni). Qual è la differenza?

Che per il bebè non c'è bisogno di prenotare un posto per lui, perché può stare con la mamma o con il papà, ma dopo i due anni anche il bimbo ha diritto alla sua postazione individuale. Ovviamente, i bambini sotto i due anni non pagano il biglietto! Se volate con due bambini sotto i due anni, è necessario che ci siano due adulti con loro, quindi una mamma da sola, ad esempio, non potrebbe volare con due neonati.

Questo perché durante il volo, il bebè va sempre tenuto in braccio, e per rendere più sicuro il viaggio, soprattutto quando vi siano turbolenze, si può allacciare l'apposita cintura doppia fornita dalla compagnia aerea. Veniamo ai bagagli.

Quali servono ai bambini? Se dovete trasportare il passeggino, una buona notizia è che non conta come bagaglio a mano, e che potrete portarlo con voi sull'aereo domandando al personale di volo di aiutarvi e sistemarlo. Vi verrà riconsegnato immediatamente dopo l'atterraggio.

Nelle valigie da imbarco potete mettere, ben impacchettato, tutto quello che serve al piccolo, ma nel bagaglio a mano, ricordate che i prodotti per l'igiene non possono superare la quantità dei 100 ml. Per il resto, portate tutto l'occorrente per il cambio e la pappa, ma senza eccedere con il peso (max 10 kg).

Eventualmente potete anche imbarcare il seggiolino da auto, se vi serve. Infine, se il volo è lungo e il bambino è grandicello, e magari capriccioso quando si tratta di mangiare, potete anche prenotare il suo pasto chiamando qualche giorno prima del volo la compagnia aerea (se di linea, naturalmente) in modo che rispecchi maggiormente i suoi gusti. Tutto chiaro? Buon volo!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail