La valigia per il parto in estate da portare in ospedale

La valigia per il parto è un impegno importante per ogni mamma e va preparata almeno un mese prima. Ecco che cosa non deve mancare per la nascita in estate.

Partorire in estate è molto bello, soprattutto per il ritorno a casa. Le lunghe giornate – caldo a parte – consentono di portare il bambino a passeggio e di fare lunghe camminate anche la sera, vero e unico calmante per le coliche. Come organizzare la valigia per l’ospedale? In ospedale fa sempre caldo, anche in inverno, però possiamo fare un po’ più attenzione ai materiali, anche per le dimissioni.
valigia

Per la mamma: un paio di camicie o pigiamini con manica corta in cotone, delle mutande usa e getta, dei calzini corti, una felpa o una vestaglia per girare per i corridoi o se avete freddo), un paio di reggiseni per l’allattamento, le coppette salva latte e poi gli abiti per la dimissione. La cosa migliore sarebbe un vestitino, in modo tale che non stringa l’addome e possiate sentirvi fresche.

Per il neonato invece ci vogliono 4/5 bodi a manica corta, 2/3 paia di calzini. Abbiate poi per lui anche un paio di tutine, oltre a quella della dimissione, e un capellino. È poi importante che nella valigia mettiate delle salviette per lavarvi sia per voi sia una per il piccolo. Le mamme devono portarsi anche delle ciabattine.

Queste sono sicuramente le cose fondamentali, quelle che proprio non devono mancare. Ben accetto anche un bavaglino o dei fazzoletti in cotone, che sicuramente possono essere d’aiuto durante l’allattamento. E poi infilate qualsiasi cosa vi faccia stare bene. La degenza dura al massimo quattro giorni per un parto naturale e una settimana per un cesareo, ma sono giorni belli e intensi a livello emotivo. Fatevi coccolare.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail