Frutta a guscio in gravidanza: fai il pieno di vitamine

Mangiare frutta secca in guscio durante la gravidanza non solo gratifica il palato, ma costituisce un modo eccellente per fare il pieno di sostanze nutritive preziose per mamma e bebè. Vediamo quali



In gravidanza l'alimentazione riveste un'importanza ancora maggiore che in altri momenti della vita della futura mamma. Infatti i principi nutritivi che la donna incinta assume attraverso la dieta quotidiana in parte vengono condivisi on il feto, e pertanto sono indispensabili per il suo corretto sviluppo.

Detto questo, sfatiamo subito il vecchio detto popolare secondo cui in gravidanza si deve "mangiare per due", cosa non solo inutile, ma perno dannosa per mamma e feto.
Frutta-guscio-gravidanza

Ci sono, però alcuni alimenti su cui la futura mamma dovrebbe puntare in modo particolare perché ricchi proprio di sostanze necessarie per la salute propria e del bambino che porta in grembo, e tra questi cibi c'è la frutta secca in guscio. Un tempo si pensava che potesse favorire reazioni allergiche nel nascituro, in realtà non è così e anzi, rinforza il bambino a livello immunitario aiutandolo a non sviluppare fastidiose allergie e intolleranze alimentari un volta nato.

Noci, nocciole, mandorle, pistacchi, pinoli, anacardi e arachidi, sono deliziosi, molto energetici, e ricchi di vitamine e minerali indispensabili proprio in dolce attesa. Ad esempio vitamina E e acidi grassi che servono alla mamma per abbassare il proprio livello di colesterolo (che aumenta molto in gravidanza), in particolare quello "cattivo" LDL, ma che vengono usati dal feto per "costruire" le proprie membrane cellulari e sviluppare il sistema nervoso e il cervello.

Non solo, è provato che mandorle e noci proteggono il cuore e la circolazione, proprio perché tengono pulite le arterie, e inoltre sono ricche di proteine vegetali, e sappiamo che in gravidanza c'è più bisogno di un apporto proteico di qualità. La frutta secca in guscio contiene anche molte fibre, che stimolano in modo naturale l'intestino contrastando la fastidiosa tendenza alla stitichezza che affligge molte future mamme.

Nella frutta secca in guscio sono anche contenuti minerali importanti tra cui lo zinco (che regola la produzione degli ormoni estrogeni), il magnesio, e il calcio. Ma qual è la quantità giusta di frutta secca al giorno per una donna in dolce attesa? Secondo i nutrizionisti bastano due-tre noci o mandorle (o una manciata di pinoli o di pistacchi) due volte al giorno, meglio se a colazione o come spuntino tra un pasto e l'altro. Un breack gustoso e salutare!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail