Seguici su

Crescita

Il riflesso di Moro del neonato, quando si fa il test

Il riflesso di Moro è una reazione involontaria del neonato a stimoli esterni che lo spaventano. Vediamo come si manifesta e quando scompare

Appena nato, un bambino viene sottoposto a continui stimoli sensoriali che rappresentano sempre delle “novità” per lui. Suoni improvvisi, cambiamenti di temperatura, ambienti, colori, volti e situazioni diverse che per essere “affrontate” dal bebè necessitano di un minimo corredo di reazioni neurologiche primarie.

I riflessi neonatali, che si sviluppano già in fase embrionale, sono proprio una sorta di meccanismo primitivo, destinato ad essere sostituito da sistemi di “ricezione” e interpretazione degli stimoli più sofisticato, che serve al neonato per “sopravvivere” al mondo esterno così diverso e destabilizzante rispetto all’utero materno.

Queste reazioni neurologiche sono atti, movimenti involontari che si manifestano a seguito di specifiche stimolazioni esterne. Uno dei riflessi più importanti, che il pediatra valuta anche per capire se lo sviluppo neurologico del neonato procede in modo regolare, è il riflesso di Moro, anche detto di “abbraccio“.

Come anticipato si tratta di un gesto involontario che il bambino compie quando si spaventa o si sente in pericolo, ad esempio se viene cambiato bruscamente di posizione, se sente un rumore improvviso eccetera. Il piccolo sussulta e allarga istintivamente le braccia muovendo le dita delle manine e poi chiudendole in un pugno.

Questo riflesso neonatale in genere comincia a scomparire già dopo i primi 4 mesi di vita del bambino e in linea di massima entro i primi 12 mesi non si manifesta più in nessuno neonato. Il riflesso di abbraccio venne scoperto dal dottor Ernst Moro, e ha diverse interpretazioni.

Secondo alcuni neurologi si tratta del tentativo del bambino, del tutto inconscio, di afferrare qualcosa o qualcuno che lo possano proteggere dall’eventuale pericolo, secondo altri, invece, il riflesso di Moro serve a migliorare la funzione respiratoria del bambino.

In ogni caso si tratta di una reazione che, come abbiamo detto scompare prima del primo anno di età, ma la sua assenza o persistenza sono indici di una possibile sofferenza neurologica, pertanto il pediatra esegue un semplice test per valutare se il riflesso sia presente nel bebè. Per eseguirlo solleva il bambino sostenendolo dietro la schiena e poi rilasciandolo all’improvviso.

Questa sensazione di “vuoto” viene recepita come pericolo dal bambino e quindi induce il riflesso di Moro. Naturalmente anche le mamme e i papà possono effettuare il test ogni tanto così da accorgersi se sia ancora presente o meno nel loro piccolo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

ragazza universitaria ragazza universitaria
Scuola18 ore ago

Come affrontare il trasferimento in una nuova scuola

In questo articolo forniremo qualche consiglio per affrontare al meglio il trasferimento in una nuova scuola. Affrontare il trasferimento in...

bambino studia matematica bambino studia matematica
Scuola3 giorni ago

Affrontare le difficoltà in matematica: consigli per i genitori

In questo articolo, forniremo alcuni consigli utili per aiutare i genitori ad affrontare le difficoltà in matematica dei loro figli....

bambini che giocano a calcio bambini che giocano a calcio
Scuola5 giorni ago

La gestione dell’orario extra scolastico: attività e riposo

In questo articolo, esploreremo l’importanza di una gestione equilibrata dell’orario extra scolastico. La gestione dell’orario extra scolastico è un aspetto...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola1 settimana ago

Strategie per affrontare la scuola a casa: homeschooling

In questo articolo, esploreremo alcune strategie per affrontare al meglio questa sfida. Negli ultimi anni, l’istruzione a domicilio, conosciuta anche...

bambini a scuola che litigano bambini a scuola che litigano
Scuola1 settimana ago

Strategie per gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola

Gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola può essere una sfida per molti genitori. Ecco qualche consiglio. I conflitti tra...

bambini, squadra bambini, squadra
Scuola2 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra

In questo articolo esploreremo l’importanza del gioco di squadra. Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra è un aspetto...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola2 settimane ago

Preparazione per i colloqui scolastici: consigli per i bambini

La preparazione per i colloqui scolastici è un processo importante per i bambini. Ecco qualche consiglio. I colloqui scolastici sono...

ragazza legge un libro ragazza legge un libro
Scuola2 settimane ago

Consigli per mantenere l’equilibrio tra scuola e hobby

Ecco qualche consiglio per mantenere un equilibrio sano tra scuola e hobby. Mantenere un equilibrio tra scuola e hobby può...

alunni e professore realizzano un progetto pratico alunni e professore realizzano un progetto pratico
Scuola3 settimane ago

Il valore dell’apprendimento pratico: progetti e attività

In questo articolo esploreremo il valore dell’apprendimento pratico, alcuni esempi e le sfide da affrontare. L’apprendimento pratico è un’importante componente...

mani che tengono la Terra mani che tengono la Terra
Scuola3 settimane ago

Integrare l’educazione ambientale nella vita quotidiana

In questo articolo, esploreremo diverse strategie per incorporare l’educazione ambientale nella nostra routine quotidiana. L’educazione ambientale è diventata sempre più...

bambino che disegna bambino che disegna
Scuola3 settimane ago

Strategie per incoraggiare la creatività nei bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie efficaci per stimolare la creatività nei bambini. La creatività è una delle abilità più...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola4 settimane ago

Prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini

In questo articolo esploreremo alcune strategie per prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini. L’esaurimento scolastico è un problema che affligge molti...