Come fare il bagnetto al neonato in 10 facili mosse

Il bagnetto del bebè è, oltre ad una necessaria operazione igienica, anche un "rito" piacevole e rilassante. Vediamo come procedere passo per passo

Per i neo genitori rappresenta una tappa importante nell'accudimento del loro bebè appena nato: il primo bagnetto. Il lavaggio del neonato, pratica igienica fondamentale, è però anche un momento molto dolce e rilassante per il piccolo, e un modo per coccolare il proprio bambino e stabilire un ulteriore contatto "empatico".

Il perfetto bagnetto del bebè, però, deve rispettare alcune modalità di esecuzione e necessita di alcuni "attrezzi" ad hoc che riducano a zero i rischi e facilitino il compito ai genitori, oltre ad aumentare il comfort del neonato.

Bagnetto-neonato
Ad esempio una vaschetta per il bagnetto, in commercio ne trovate di carinissime, anche a forma di fiore o ergonomiche che si adattano a qualunque lavandino o vasca da bagno. Procurate, poi, di tarare il vostro scaldabagno ad una temperatura massima di 49° C, in modo tale che non esista il rischio di ustioni per il bebè anche se l'acqua dal rubinetto dovesse improvvisamente uscire troppo calda. Per il resto, Ecco come fare il bagnetto al proprio neonato in 10 step.


  1. Tenete a portata di mano, quindi su una sedia o su un piano nei pressi del lavandone o della vasca tutto l'occorrente per il bambino, ovvero asciugamano o accappatoio pulito, pannolino e abbigliamento per il piccolo
  2. Lavatevi le mani
  3. Fate scorrere l'acqua ad una temperatura di 38°, non di più
  4. Assicuratevi che la temperatura esterna del bagno sia gradevole, il bebè non deve prendere freddo
  5. Fate arrivare l'altezza dell'acqua a circa 12 cm per immergere il bambino
  6. Quando l'acqua è pronta, andate a prendere il bambino e spogliatelo dolcemente


  7. Fate entrare il bebè nella vaschetta pian piano, cominciando dai piedi. Con una mano sorreggetelo tra la testa e il collo, e con l'altra versate acqua calda sul suo corpo finché non sarà immerso
  8. Lavate il bambino con una spazzola di spugna morbida in materiale naturale eseguendo movimenti dall'alto al basso e dalla parte posteriore a quella anteriore. La testa e i capelli vanno lavati con una pezzuola molto morbida usando un detergente per bambini (non tutti i giorni ma circa 3 volte ala settimana). Il resto del corpo va lavato con saponi per bambini meglio se a base oleosa. Occhi e viso andranno puliti a parte, usando un bastoncino di ovatta, e le pellicine vanno rimosse delicatamente tamponando il bebè con una spugna


  9. Una volta espletata l'operazione igienica vera e propria, tirate fuori il bambino dall'acqua sorreggendolo saldamente con una mano dietro la nuca e l'altra sotto il sederino, ma tenendo ferma la gambetta usando le dita (indice e pollice)
  10. Asciugate il bambino, mettetegli il pannolino e vestitelo


Una volta che avrete preso "la mano" fare il bagnetto al bebè sarà un gioco da ragazzi, state però attenti a non lasciarlo solo nell'acqua neppure per un secondo, e scegliete come orario quello serale, prima dell'ultima poppata, che faciliterà il suo sonno.

Infine, la frequenza. In estate un bagnetto tutto i giorni va bene, ma senza usare ogni volta i prodotti detergenti, ma anche solo l'acqua tiepida. In inverno, invece, basta lavarlo a giorni alterni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail