Come affrontare il rientro a scuola se a casa resta il bimbo più piccolo

A settembre riaprono le scuole e gli asili: come fare per affrontare il rientro del bambino più grande, ora che abbiamo un altro piccolo cucciolo a casa? Come potrà viverla il fratello maggiore visto che il piccolino rimarrà a casa con mamma?

Rientro a scuola

Il rientro a scuola, solitamente, è una gioia per tutta la famiglia: mamma e papà sono contenti, perché finalmente il piccolo tornerà in classe e non si dovranno più fare piani per poter assicurare al bambino la giusta compagnia di un adulto, incastrando gli impegni di nonni, zii e baby sitter. Anche i bambini spesso sono contenti di tornare sui banchi di scuola, soprattutto all'asilo, perché possono ritrovare i loro amichetti.

La situazione potrebbe essere un po' più delicata se nel frattempo è nato un fratellino piccolo, che ancora non andrà all'asilo nido. Come nel nostro caso: Sara è nata a maggio e Alice ritornerà all'asilo il 15 settembre. In realtà lei ha già frequentato l'asilo quando la sorellina era piccola e non ha mai protestato per il fatto che Saretta rimanesse a casa da sola con me.

Ma dopo due mesi e mezzo di vacanza, nei quali è stata spesso insieme a noi, giustamente la sorella maggiore potrebbe avere qualcosa da ridire: ha già chiesto se la sorellina andrà all'asilo con lei o all'asilo dei piccolini. Cosa che non avverrà ancora, dal momento che è piccolina e che ci sono nonne volenterose a disposizione per tenerla.

Come affrontare la situazione nel caso la grande si rifiutasse di ritornare all'asilo? Parlarle chiaramente e senza mentire è la strada giusta: noi abbiamo già cominciato a dirle che mentre lei sarà a scuola, mamma continuerà comunque a lavorare e quindi Sara starà con le nonne o giocherà da sola. E sembra averlo accettato bene.

Quando sarà ora di tornare sui banchi dell'asilo, sicuramente cercheremo di dare maggiori attenzioni alla figlia maggiore al mattino, sperando che la sorellina dorma ancora a quell'ora: il papà la porterà all'asilo, così non vedrà mamma e sorella andare via insieme (noi andremo poi a prenderla a fine giornata). Così speriamo di ridarle quella routine che aveva prima dell'arrivo di Sara.

Spiegare ai bambini cosa succederà a casa durante la loro assenza è, secondo me, di fondamentale importanza, ricordando loro quanto si divertiranno all'asilo insieme agli amichetti. Se avete dei dubbi parlatene anche con le maestre, cercando di capire se il piccolo mostra disagio o se, al contrario, è tutto a posto come al solito.

E se fa i capricci per andare all'asilo, non cedete mai, nemmeno una volta: se la lascerete a casa, capirà che può farlo ogni volta che vuole. Parlate, cercate di farla ragionare (per quanto sia possibile) e al massimo lasciatela in lacrime dalla maestra. Di solito dopo pochi minuti si tranquillizzano tutti... Per poi ricominciare immancabilmente non appena rivedono mamma e papà: ma questa è un'altra storia! :D

Foto | da Flickr di jblndl

    Sai che Bebeblog è tra i candidati dei premi Macchianera Italian Awards 2014, come Miglior Sito per Genitori e Bambini? Hai tempo fino all'11 settembre per votare e far arrivare Bebeblog al primo posto nella sua categoria. Scopri qui come votare!
  • shares
  • Mail