Non vuole andare dal medico? 5 consigli per portarlo dal pediatra

Il pediatra è una figura importante, ma a volte i bambini ne hanno paura. Ecco quindi qualche consiglio per andare dal medico senza tragedie.

Il medico fa paura a tutti, grandi e piccini. Ammettiamolo non è una gioia neanche per noi adulti, ma quando si è bambini si è davvero terrorizzati soprattutto se ci sono stati degli episodi poco piacevoli (esempio, una puntura). Andare quindi dal pediatra può essere un problema, che si può affrontare serenamente. In che modo?

dottore

Prima cosa bisogna parlare con il bambino. Bisogna fargli capire che non si va dal dottore solo perché si è malati, ma anche per verificare che sia cresciuto bene: altezza, peso e tutto il resto. La scusa potrebbe essere: vediamo se stai diventato alto come mamma e papà o quanti ti manca per essere un ometto o una donna?

Se invece andate per un disturbo, la guarigione è un bel tasto su cui premere. Il medico è come un mago, ha una pozione magica per guarire, ma bisogna collaborare… molti pediatri sono abituati ai bambini che fanno un po’ di capricci, magari avvisatelo quando prendete l’appuntamento. Potrebbe essere proprio lui ad aiutarvi. La cosa migliore è che il dottore spieghi cosa stia facendo: ora guardiamo la gola, ora sentiamo il cuore, ecc.

Non mentite mai. Questa è una regola generale che vale un po’ per ogni aspetto della vita. Se sapete che dovrà per esempio essere vaccinato è inutile dirgli che non ci saranno punture, meglio prepararlo psicologicamente. Infine, la paura più grande – quella che abbiamo un po’ tutti – è provare dolore. Affrontate con il piccolo questo tema.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail