La prima visita ortopedica per i bambini, a che età è indicata?

Lo sviluppo dell'apparato muscolo-scheletrico nei bambini va sempre controllato periodicamente, in modo da prevenire eventuali problemi o intervenire in tempo. Ma qual è l'età giusta per la prima visita dall'ortopedico?

La prima visita ortopedica del bambino avviene subito dopo la nascita, nel corso della prima valutazione delle sue condizioni fisiche generali effettuata dal pediatra entro i 45 giorni dal parto. Questa prima visita è cruciale per evidenziale eventuali malformazioni o difetti nello sviluppo dello scheletro, e soprattutto presenza (o sospetta tale), di un'anomalia piuttosto comune come la displasia dell'anca.

Durante questi primi controlli, il pediatra, qualora evidenziasse dei problemi articolari o muscolo-scheletrici, potrebbe richiedere una visita specialistica più accurata da un ortopedico e accertamenti diagnostici di vario tipo, come le ecografie.

Visita-ortopedica-bambini

Superato indenne questo primo "scoglio", il bambino continuerà, però ad essere valutato dal pediatra regolamentate durante tutti i primi anni di vita, perché malformazioni congenite o acquisite possono manifestarsi in fase precoce. Un caso tra tutti: il piede piatto.

Molti genitori si precipitano dall'ortopedico quando si accorgono che ancora a 3-4 anni l'arco plantare del loro bimbo non accenna a "comparire", o che la loro camminata è "difettosa". Nella maggior parte dei casi si tratta di condizioni del tutto normali che si riequilibrano con l'età. Il piede del bambino può mantenere un certo grado di piattismo anche dopo i 4 anni, e non per questo essere patologico o tale da richiedere un intervento.

Questo, però, si renderà indispensabile qualora il piccolo manifestasse anche difficoltà nella deambulazione, zoppìe, e mantenesse le gambe troppo storte (varismo o valgismo). Anche la scoliosi, una deviazione della colonna vertebrale che può avere diverse cause e diversi gradi di gravità, insorge in età precoce, o scolare, e non va confusa con la semplice postura scorretta che si può correggere agevolmente con la ginnastica.

In ogni caso fidatevi del vostro pediatra e lasciate che sia lui, eventualmente, a prescrivere una visita specialistica dell'ortopedico. In linea generale, valutate una prima visita ortopedica ai 12 mesi del bambino, e una seconda in età puberale per controllare il corretto e armonioso sviluppo in altezza e la solidità dell'apparato muscolo-scheletrico.

Attenzione, poi, a non sottovalutare l'importanza del controllo dal dentista, molti difetti posturali del bambino dipendono da una mala occlusione delle arcate dentali.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail