La paura dei mostri nel buio, aiutiamo così nostro figlio a superarla

Molti bambini soffrono di incubi notturni e hanno paura del buio. Vediamo come aiutarli a superare il terrore dell'oscurità per dormire serenamente la notte

Non esiste, o quasi, bambino che non abbia attraversato una fase della prima infanzia avendo paura del buio. Si tratta, infatti, di una delle fobie più comuni, ma anche una delle più difficili da gestire, perché con l'oscurità, e i terribili "mostri" che la popolano, i piccoli devono per forza imparare ad avere a che fare da subito, se vogliono dormire da soli.

I piccoli sono facilmente suggestionabili, e restare da soli in cameretta al buio eccita le loro menti facendo emergere i peggiori incubi legati, in particolare, al soprannaturale.

Paura-mostri-buio

Infatti le "tenebre" sono sempre associate alla minaccia, perché non riuscendo a vedervi attraverso, il nostro cervello si mette in allarme per i potenziali pericoli nascosti, ingenerando una condizione di ansia del tutto naturale. I bambini non devono smettere di avere paura del buio in assoluto, perché la paura rappresentata una guida interiore che serve a proteggerci dai rischi e dalle incognite, pertanto ciascuno di noi, anche in età adulta, trovandosi in un ambiente sconosciuto e avvolto dall'oscurità, torna "bambino" in preda al terrore dei mostri.

Quello che come genitori dobbiamo invece fare, è aiutare il bambino a gestire le sue emozioni e a tacitare l'ansia, capendo che il buio della sua cameretta non nasconde nulla di minaccioso, che si tratta sempre del solito ambiente che conosce a menadito e dove si trova protetto e al sicuro anche quando non sia illuminato, e che pertanto può abbandonarsi al sonno serenamente.

Per evitare che il bambino subisca il trauma del passaggio dalla camera del genitori alla sua, è bene farlo dormire da solo in cameretta il prima possibile. Se, tra i 3 e i 5 anni, però, il piccolo dovesse cominciare a manifestare la fobia del buio e dei mostri, inizialmente potete rassicurarlo lasciando accese nella stanza delle piccole lucine notturne che rischiareranno un pochino l'ambiente.

Prima della messa a letto, anche ogni notte se necessario, controllate con il bimbo ogni piccolo spazio da cui potrebbero uscire ipotetici mostri e fantasmi, per fargli vedere che è tutto a posto, che gli oggetti non si possono animare e che i cassetti del comò non si possono aprire da soli.

Leggete loro una fiaba della buona notte - scegliendo accuratamente quelle storie edificanti e rasserenanti che possano facilitare il suo sonno - o cantate loro una bella ninna nanna, finché non si addormentano. Potete anche lasciare socchiusa la porta della sua stanza, in modo che non il bimbo non si senta isolato dal resto ella casa. Pian piano vedrete che le fobie notturne del vostri pargoli si attenueranno fino a scomparire del tutto.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail