Quinto mese di gravidanza: nel feto si sviluppa l'udito

Il pancione comincia farsi vedere e sentire, il feto tira calci e sente i rumori circostanti... siete arrivate al quinto mese di gravidanza, a metà della vostra grande avventura di future mamme

Con l'ingresso nel quinto mese di gravidanza - che inizia alla 17ma settimana + 5 giorni e termina alla 21ma + 6 giorni - la futura mamma si trova a metà del suo percorso gestazionale, un momento molto bello ed entusiasmante perché si comincia a percepire in modo intenso la presenza del bambino nell'utero che scalcia e si muove.

In questa fase è possibile, attraverso l'ecografia tridimensionale (o morfologica), vedere il faccino e scoprire i lineamenti del feto, che sono ormai formati, e inoltre è anche il momento della gravidanza in cui è possibile verificare se lo viluppo del nascituro stia procedendo in modo regolare.

Quinto-mese-gravidanza

Infatti entro la 18ma settimana è possibile effettuare gli esami di screening prenatale (se non si erano eseguiti prima, come il test del DNA fetale), tra cui l'amniocentesi. Per quanto riguarda l'accrescimento del feto in queste settimane, la novità di maggior rilievo è lo sviluppo dell'udito, tanto che il nascituro da questo momento in avanti sarà in grado di percepire distintamente tutti i suoni e i rumori dell'ambiente circostante esterno, inclusa, naturalmente, la voce materna.

A questo punto potete cominciare a stimolarlo ascoltando musiche melodiose e rilassanti, e cantando o parlando al vostro bambino. Le dimensioni del feto al quinto mese di gravidanza vanno dai circa 250-280 grammi di peso ai 25 cm di lunghezza. Il suo corpicino pienamente formato e la maggiore forze delle mani e dei piedini lo portano a muoversi e a scalciare moltissimo, anche perché è ancora abbastanza piccolino per avere spazio sufficiente nel vostro addome.

Per quanto riguarda, invece, le modifiche del corpo materno, queste riguardano in particolare il pancione, che a questo punto inizia davvero ad essere visibile e disteso verso l'esterno, e il seno. I capezzoli si scuriscono e il seno si ingrossa, sotto la pelle sono ora ben visibili le vene.

Anche la pelle potrebbe cambiare, diventando ipersensibile, inoltre in molte future mamme compaiono delle macchie che, però, non devono preoccupare perché scompaiono dopo il parto. Nel quinto mese di gravidanza a causa del peso e dei movimento del feto, la donna potrebbe anche sperimentare delle prime contrazioni uterine, che sono del tutto transitorie.

Solo se fossero molto forti e continuative ci si deve rivolgere subito al ginecologo o recarsi in ospedale. Altri tipici disturbi che potrebbero iniziare a farsi sentire sono le emorroidi (in genere associate a stitichezza), ristagni venosi con gonfiore agli arti, in particolare delle caviglie, e ritenzione idrica.

Potrebbero aumentare anche gli sbalzi di pressione, ma in generale, piccoli fastidi a parte, nel quinto mese la donna incinta si sente molto bene e anche l'umore e è alto. E' importante fare un po ' di attività fisica per mantenere in equilibrio la pressione, per facilitare sia la circolazione che la funzionalità digestiva e intestinale, e per migliorare l'ossigenazione e l'attività cardiaca (che fa ben anche al bambino). Dal quinto mesi in poi potete cominciare a "pensare"al parto.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail