Seguici su

Crescita

Bambini che dicono sempre di no, come aiutarli

I bambini che dicono sempre no stanno attraversando una fase di crescita importante. Vediamo come intervenire

Tutti i bambini attraversano la cosiddetta fase dei “no”, in cui cercano di esprimere la propria personalità e di definire il proprio posto nel mondo sperimentando una sorta di dissenso generico. In genere questa tappa oppositiva naturale si situa intorno ai 2-3 anni del nostro bimbo, all’interno di una fase di ribellione in cui il piccolo non si limita a rifiutare quanto richiesto da mamma e papà a prescindere, ma se viene ripreso per questo reagisce in maniera rabbiosa.

Se, ad esempio, cercate di sottrargli un giocattolo che il bimbo si era rifiutato di consegnarvi, state certi che risponderà con energia tenendoselo stretto e inscenando una vera tragedia con urla e pianti. Qual è la ragione di questo atteggiamento oppositivo così spiccato? In effetti la fase di no è una tappa di crescita importante in cui il bambino matura una propria identità psicologica separata da quella dei genitori e degli altri membri della famiglia (ad esempio fratellini e sorelline).

Dicendo “no” in modo perentorio, il bambino afferma il proprio io, la propria personalità, pertanto non bisogna preoccuparsi troppo. Ma come si deve intervenire, piuttosto, per aiutare i nostri bimbi a superare questa fase oppositiva ed evolversi verso una maturazione identitaria successiva?

Per prima cosa, è bene armarsi di santa pazienza e mantenere un atteggiamento calmo e non troppo severo e autoritario. Se il bambino appare determinato a “fare da solo”, meglio lasciargli questa libertà, e rispettare il suo desiderio di autonomia, se non ha voglia di mangiare, non forziamolo, ma semmai cerchiamo di assecondare la sua decisione dicendogli con molta calma: “Va bene, mangerai più tardi quando avrai fame”.

Se il bambino insiste a fare qualcosa che non dovrebbe, oppure si comporta in modo aggressivo, siate fermi nel proibirglielo e nell’intervenire (senza urlare), ma durante la “scenata” andate via (ovvero spostatevi dalla stanza o dal punto dove si trova il piccolo), e fate qualcos’altro lasciandolo piangere e sfogare il nervoso.

Alla fine si calmerà. Il segreto è quello di essere un po’ flessibili, perché se cercate di contrastare i no del vostro bimbo con un atteggiamento ancora più rigido e soprattutto senza rispettare l’esigenza naturale di vostro figlio di esprimere un proprio dissenso, allora lo renderete ancora più caparbio e aggressivo, oppure lo bloccherete.

Pertanto il discorso è un po’ quello di cercare di raggiungere un equilibrio tra fermezza nel far rispettare le regole, e comprensione delle nuove esigenze del proprio bimbo. La fase dei no si stempera con la crescita, ma se il vostro bimbo non ne venisse più fuori e voi foste troppo esasperati, allora sarebbe opportuno consultare uno psicologo infantile.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola2 giorni ago

Strategie per affrontare la scuola a casa: homeschooling

In questo articolo, esploreremo alcune strategie per affrontare al meglio questa sfida. Negli ultimi anni, l’istruzione a domicilio, conosciuta anche...

bambini a scuola che litigano bambini a scuola che litigano
Scuola4 giorni ago

Strategie per gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola

Gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola può essere una sfida per molti genitori. Ecco qualche consiglio. I conflitti tra...

bambini, squadra bambini, squadra
Scuola7 giorni ago

Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra

In questo articolo esploreremo l’importanza del gioco di squadra. Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra è un aspetto...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola1 settimana ago

Preparazione per i colloqui scolastici: consigli per i bambini

La preparazione per i colloqui scolastici è un processo importante per i bambini. Ecco qualche consiglio. I colloqui scolastici sono...

ragazza legge un libro ragazza legge un libro
Scuola2 settimane ago

Consigli per mantenere l’equilibrio tra scuola e hobby

Ecco qualche consiglio per mantenere un equilibrio sano tra scuola e hobby. Mantenere un equilibrio tra scuola e hobby può...

alunni e professore realizzano un progetto pratico alunni e professore realizzano un progetto pratico
Scuola2 settimane ago

Il valore dell’apprendimento pratico: progetti e attività

In questo articolo esploreremo il valore dell’apprendimento pratico, alcuni esempi e le sfide da affrontare. L’apprendimento pratico è un’importante componente...

mani che tengono la Terra mani che tengono la Terra
Scuola2 settimane ago

Integrare l’educazione ambientale nella vita quotidiana

In questo articolo, esploreremo diverse strategie per incorporare l’educazione ambientale nella nostra routine quotidiana. L’educazione ambientale è diventata sempre più...

bambino che disegna bambino che disegna
Scuola3 settimane ago

Strategie per incoraggiare la creatività nei bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie efficaci per stimolare la creatività nei bambini. La creatività è una delle abilità più...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini

In questo articolo esploreremo alcune strategie per prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini. L’esaurimento scolastico è un problema che affligge molti...

mamma abbraccia figlia adolescente mamma abbraccia figlia adolescente
Scuola3 settimane ago

Prepararsi per le gare scolastiche: incoraggiare i bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie che possono aiutare i genitori a sostenere i propri figli nel processo di preparazione...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola4 settimane ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...

Bambina con occhiali da sole e orologio Bambina con occhiali da sole e orologio
Accessori4 settimane ago

Guida alla scelta dell’orologio perfetto per il tuo bambino: analogico o digitale?

Regalare un orologio a un bambino è un gesto ricco di significato, un vero e proprio passo verso la crescita....