Allattamento al seno e svezzamento, si possono continuare le poppate?

L'allattamento al seno non deve terminare non appena si comincia con lo svezzamento, anche perché lo schema tradizionale prevede un'introduzione graduale degli alimenti, accompagnata da poppate al seno o al biberon.

Allattamento al seno e svezzamento

Allattamento al seno e svezzamento vanno di pari passo? Ovviamente la risposta è sì: quando si iniziano ad introdurre altri cibi intorno ai 6 mesi, età consigliata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per iniziare lo svezzamento, le poppate al seno o il latte artificiale, nel caso non sia stato possibile l'allattamento materno, devono continuare.

Di solito, infatti, si inizia con l'assunzione della frutta, che non vanno a sostituire un pasto, ma diventano parte integrante dell'alimentazione quotidiana dei nostri bambini: le poppate al seno o il latte artificiale nel biberon devono assolutamente continuare, anche perché sono ancora la base della sua nutrizione.

Anche quando cominciamo a dar loro le prime pappe a pranzo e dopo circa un mese le prime pappe a cena, l'allattamento al seno continua normalmente: a colazione, a merenda, prima di andare a nanna e tutte le altre volte che lo ritenete necessario (spesso i bambini a sei mesi ancora si svegliano di notte per un po' di latte di mamma...).

Quando smettere? Anche quando abbiamo introdotto tutti gli alimenti, secondo lo schema tradizionale di svezzamento o secondo le "regole" dell'autosvezzamento, l'allattamento al seno rimane. Fino a quando? Fino a quando è necessario per la mamma e per il piccolo: ci sono mamme che allattano fino ai 3 anni e altre che a 1 anno smettono. Ogni bambino e ogni mamma sono una storia a sè!

Foto | da Flickr di lsmazdarx

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail