Vitamine per bambini, quando sono necessarie?

Quando è necessario rinforzare i nostri bambini con supplementi vitaminici? Ecco i consigli dei pediatri

Un bambino che si alimenti in modo vario ed equilibrato, che appaia in buona salute, energico e vitale, che dorma bene e guarisca rapidamente dai classici malanni dell'infanzia non ha sicuramente bisogno di assumere vitamine sotto forma di integratori.

In linea di massima e nei soggetti sani, infatti, una dieta corretta, che includa tutti i principi nutritivi di cui i bambini necessitano per crescere sani e forti e in particolare le vitamine A, del gruppo B, C, D, E è più che sufficiente, soprattutto considerando che la supplementazione vitaminica non necessaria potrebbe rivelarsi pericolosa per la salute. Sappiamo, ad esempio, che alte dosi di vitamina D o B12 possono creare gravi danni all'organismo dei piccoli.

Vitamine-bambini

Pertanto, dare un apporto ulteriore di vitamine ai nostri figli è indicato solo in alcuni casi. Quali? E' presto detto, uno dei casi più frequenti è quando il bambino soffra di disturbi alimentari da malassorbimento (magari a seguito di intolleranze ad alcuni tipi di cibi o sostanze in essi contenute, come nel caso del glutine per la celiachia) e quindi il suo intestino non riesca ad assorbire dagli alimenti i principi nutritivi.

In queste condizioni il bambino può andare incontro ad anemia ed è necessario scongiurare questa eventualità proprio attraverso una cura con gli integratori. Altro caso in cui possa essere utile assumere qualche vitamina in più è dopo periodi prolungati di malattia, in fase di convalescenza per accelerare i tempi di guarigione.

Le bambine durante la pubertà, quando cominciano ad avere i primi flussi mestruali, che spesso sono molto abbondanti, vanno incontro a carenze di ferro e di vitamine del gruppo B, pertanto una supplementazione potrebbe giovare alla loro salute.

Lo stesso discorso si potrebbe fare anche per bimbi e bimbe che pratichino attività sportiva intensa o di tipo agonistico, e che quindi sprecano molte più energie degli altri. Ancora, supplementi di vitamina C (l'unica che non si accumula nell'organismo anche se in eccesso), sono utili in autunno-inverno e in generale nei cambi di stagione per rinforzare il sistema immunitario dei piccoli e prevenire i malanni da raffreddamento.

Attenzione particolare anche ai casi in cui i bambini manifestino disturbi del sonno, dermatiti che non guariscono, problemi di memoria e di concentrazione, irritabilità e inappetenza, perché all'origine potrebbe esserci una carenza vitaminica da colmare. In tutti questi casi, però, è necessario evitare il fai da te onde prevenire il rischio di ipervitaminosi, e rivolgersi sempre al pediatra per un consulto.

Un'integrazione vitaminica, infatti, va fatta sotto controllo e solo se necessario. Per il resto, talvolta basta modificare la dieta del bambino per ottenere già dei buoni effetti perché ricordiamoci che le sostanze nutritive, vitamine incluse, si assimilano meglio proprio dai cibi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail