I 5 sintomi della gravidanza, dalla stanchezza alla sonnolenza

Scopriamo 5 sintomi comuni della gravidanza, tra cui il senso di spossatezza che colpisce molte future mamme



Quando una donna rimane incinta il suo corpo va incontro a moltissimi cambiamenti innescati da reazioni biologiche del tutto naturali ma tali da provocare molti "strani" sintomi alla futura mamma. La gravidanza, sebbene sia tutto tranne che una malattia, è sempre un'esperienza fisica molto "forte" per la donna, dato che il suo organismo ne deve letteralmente costruire e far crescere un altro al suo interno.

Per questa ragione, durante tutti i nove mesi della dolce attesa, e pur con notevoli differenze individuali, ogni futura mamma sperimenta piccoli e grandi disturbi che seppur affrontati con tranquillità e consapevolezza, possono nondimeno creare qualche disagio.

Sintomi-gravidanza

Non tutti questi "effetti collaterali" della gestazione non sono tali da dar fastidio, pensiamo solo all'amenorrea, l'interruzione delle mestruazioni che, anzi, per molte donne rappresenta un sollievo. Ma altri sintomi sono un po' più faticosi da sopportare. Vediamo i 5 più comuni.


  1. Stanchezza e sonnolenza. Molto spesso la donna incinta, fin dai primi mesi, si sente più stanca e debole, ha bisogno di schiacciare un sonnellino ogni tanto e fatica a svolgere tutte le sue incombenze quotidiane. Questa condizione di spossatezza è del tutto normale, dobbiamo infatti considerare che il corpo materno è in questo momento "bombardato" da scariche ormonali e subisce molte nuove reazioni fisiologiche che comportano un grande dispendio energetico. Inoltre la gravidanza talvolta porta a cali di ferro (una parte viene "presa" dal bambino) e ad abbassamenti della pressione, altre possibili cause di debolezza. Per tanto in questa fase è ben riposare quando se ne sente il bisogno senza sentirsi "in colpa"
  2. Nausea. La nausea gravidica (che insorge soprattutto al mattino, a digiuno) ha una ragione organica, è infatti una reazione all'innalzamento dei livelli di ormoni estrogeni come il progesterone. Purtroppo non è il caso di assumere farmaci anticolinergici per contrastare il disturbo, meglio provare con rimedi naturali come zenzero e limone e aspettare che siano trascorsi i fatidici primi tre mesi, dopo i quali la nausea in genere si attenua
  3. Ingrossamento del seno. Il seno di una donna incinta diventa subito più turgido, talvolta dolente al tatto, ipersensibile. E' effetto della prolattina che stimola le ghiandole mammarie e della ritenzione idrica che aumenta
  4. Aumento dello stimolo alla minzione. Tessuto sintomo si accentua con il procedere della gravidanza per il peso dell'utero ingrossato sulla vescica, ma inizialmente si sperimenta per azione degli ormoni. Non vi preoccupate, è normale avere tanta voglia di fare pipì
  5. Disturbi digestivi. Anche in questo caso la donna incinta oltre alla nausea, può avere senso di acidità gastrica, difficoltà a digerire, costipazione e dispepsia. Le ragioni sono dovute alla "solita" azione degli ormoni che un pochino disturbano tutte le funzioni fisiologiche, e dall'altra all'accrescimento del bambino che va a "schiacciare" verso l'altro lo stomaco

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail