Seguici su

Gravidanza

Nono mese di gravidanza: l’avventura volge al termine, è tempo di partorire

Al nono mese la gravidanza si conclude, il bambino ha ormai completato il suo sviluppo intrauterino ed è pronto per nascere. Vediamo cosa accade nelle ultime settimane di gestazione prima del parto

[blogo-video provider_video_id=”n2JWTGSvprA” provider=”youtube” title=”Cosa succede nel nono mese di gravidanza” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=n2JWTGSvprA”]
Ultimo e conclusivo, il nono mese di gravidanza è anche considerato il più pesante per la futura mamma, che si ritrova a dover gestire le ultime settimane con un peso non indifferente, disturbi fisici e tensione psicologica determinata dalla necessità di prepararsi al parto imminente.

Quest’ultimo evento, se la gravidanza è stata regolare, non gemellare e non ci sono problemi di posizione del bambino, può avvenire in qualunque momento, ma in particolare tra la 38ma e la 41ma settimana di gestazione con travaglio spontaneo. Il nono mese vede il feto aumentare ancora di dimensioni fino a raggiungere la lunghezza di 50 cm e il peso di 3 kg circa, e quindi il suo spazio nell’utero diventa davvero minimo.

Troviamo il bambino posizionato per la nascita, quindi il pancione della mamma assume la classica forma allungata verso il basso, e quindi non più “a punta” come prima. Il bambino a questo punto è davvero perfetto, si succhia il pollice si muove scalcia poco ma “sente” molto, il suo aspetto all’esame ecografico è quello di un neonato, con capelli e sopracciglia, palpebre, unghie di mani e piedi, organi genitali perfettamente distinguibili in tutte le loro parti.

Ora il nascituro usa i polmoni per respirare il liquido amniotico e nel suo intestino si forma il meconio, sostanza escrementizia di colore verdastro di varia origine, in parte composte da bile e da materiale intestinale, e l’ingestione di liquidando amniotico determina la produzione di urina, dato che i reni del feto sono ormai perfettamente funzionanti.

Insomma, il piccolo è “attrezzato” per sopravvivere benissimo fuori dall’utero materno. La futura mamma, nel frattempo, si prepara al parto, aiutata anche dal proprio ginecologo e dalle ostetriche del corso pre parto. Il suo corpo è ormai molto arrotondato, gonfio, la gestante va incontro a disturbi di varia natura tra cui emorroidi, stitichezza o diarrea associati ad acidità di stomaco, meteorismo, reflusso gastroesofageo.

Il consiglio per queste ultime settimane prima del parto è quella di mangiare poco e spesso, preferendo cibi molto leggeri e diuretici e bevendo molta acqua. Infatti la ritenzione idrica accentua il senso di pesantezza e di gonfiore, peraltro del tutto normali. Occhio anche alla circolazione, il peso ora davvero notevole dell’utero ingrossato determina un affaticamento del circolo venoso di ritorno, pertanto possono verificarsi ristagni di sangue soprattutto a carico di gambe e caviglie, formicolio, crampi, e formazione di varici in soggetti predisposti.

La futura mamma dovrebbe continuare fino all’ultimo a muoversi un po’, facendo qualche passeggiata, qualche esercizio blando di stretching, evitando di stare seduta o sdraiata troppo a lungo. Il seno produce tanto colostro, che è il liquido sieroso, molto proteico, precursore del latte, e iniziano a verificarsi una serie di sintomi preparatori del parto, come piccole perdite uterine rosacee e contrazioni sporadiche chiamate di Braxton Hichs.

Sempre nelle ultime settimane prima del parto la donna può sperimentare senso di ansia, difficoltà a dormire, persino attacchi di panico. Sono sensazioni e paure del tutto normali che ogni futura mamma sperimenta e che si possono superare con esercizi di respirazione e un po’ di training autogeno. Del resto ci siamo, a questo punto, con le contrazioni del parto, la grande avventura della gravidanza si conclude, è tempo di conoscere il proprio bambino.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola4 ore ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...

Bambina con occhiali da sole e orologio Bambina con occhiali da sole e orologio
Accessori23 ore ago

Guida alla scelta dell’orologio perfetto per il tuo bambino: analogico o digitale?

Regalare un orologio a un bambino è un gesto ricco di significato, un vero e proprio passo verso la crescita....

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola2 giorni ago

Affrontare i problemi di linguaggio a scuola

In questo articolo esploreremo alcuni dei problemi di linguaggio e vedremo qualche consiglio per affrontarli. L’educazione è un diritto fondamentale...

bambini a lezione bambini a lezione
Scuola5 giorni ago

Strategie per migliorare la concentrazione a scuola

In questo articolo, esploreremo alcune delle strategie per migliorare la concentrazione a scuola. La concentrazione è una delle abilità fondamentali...

studentessa stressata studentessa stressata
Scuola1 settimana ago

Come gestire i malumori post-scuola

In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per affrontare i malumori post-scuola. I malumori post-scuola sono un fenomeno comune tra...

autostima dei bambini autostima dei bambini
Scuola1 settimana ago

Sviluppare l’autostima attraverso le attività scolastiche

Scopriamo quali sono le attività scolastiche che possono aiutare a migliorare l’autostima. L’autostima è un aspetto fondamentale per il benessere...

bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione
Scuola2 settimane ago

Parlare di diversità e inclusione con i bambini

In questo articolo forniremo alcuni consigli utili per parlare di inclusione e diversità con i bambini. Parlare di diversità e...

Bambini bici zaino scuola parco Bambini bici zaino scuola parco
Crescita dei figli2 settimane ago

I molteplici benefici della bicicletta per lo sviluppo dei bambini

L’uso della bicicletta fin dai primi anni d’infanzia ha numerosi punti di forza, purché questa attività sia gestita in modo...

adhd adhd
Scuola2 settimane ago

Supportare i bambini con ADHD a scuola

Scopriamo cos’è l’ADHD e come aiutare i bambini a cui viene diagnosticata. L’ADHD, acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è...

studente universitario che dorme sui libri studente universitario che dorme sui libri
Scuola3 settimane ago

L’importanza del sonno per la prestazione scolastica

In questo articolo esploreremo l’importanza del sonno per la prestazione scolastica e forniremo alcuni consigli. Il sonno è un elemento...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Sostegno per i bambini con difficoltà di apprendimento

I bambini con difficoltà di apprendimento possono affrontare sfide uniche nel loro percorso educativo. L’apprendimento è un processo fondamentale nella...

bambino e mamma che compilano il calendario bambino e mamma che compilano il calendario
Scuola4 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza della puntualità e dell’organizzazione

La puntualità e l’organizzazione sono due abilità importanti, ecco qualche consiglio per insegnarle ai bambini. Insegnare ai bambini l’importanza della...