Come proteggere la salute dei neonati in inverno

I consigli della Società italiana di Neonatologia per proteggere la salute dei neonati dal rischio di influenza, infezioni e malattie da raffreddamento nei mesi invernali

I bambini che vengono al mondo in autunno-inverno devono essere protetti di rischi che la stagione fredda comporta per la loro salute. Soprattutto i bebè nati prematuri o molto piccoli sono particolarmente vulnerabili all'azione patogena dei virus e dei batteri che provocano i tipici malanni stagionali, pertanto i genitori devono seguire alcune misure preventive per difenderli.

A tal proposito i pediatri della SIN (Società italiana di Neonatologia) hanno diramato alcuni consigli utili rivolti alle mamme e ai papà a proposito di strumenti e comportamenti atti a prevenire nei loro figli appena nati i maggiori disagi e malesseri da "freddo".

Salute-neonati-inverno

Ade esempio sottoponendoli alla vaccinazione antinfluenzale, che li immunizzerà almeno dai virus dell'influenza stagionale evitando quindi anche il pericolo delle complicanze, maggiori, come sappiamo, nei neonati. Le patologie a cui i bebè appena nati sono più esposti in inverno sono, oltre ai malanni da raffreddamento, anche le gastroenteriti virali e tutte le malattie respiratorie, tra cui bronchiti e bronchioliti.

Per quanto riguarda le misure igieniche e i comportamenti virtuosi che possono ridurre l'esposizione dei piccoli agli agenti patogeni, il primo consiglio è quello di lavarsi spesso le mani quando so toccano i bambini, onde evitare di "spargere" i germi. Importante anche non far permanere a lungo il bambino in ambienti pubblici affollati, inclusi autobus e metropolitane, e non esporlo al contatto con persone estranee che siano malate o che siano a loro volta state a contatto con persone infette o potenzialmente tali.

Peraltro il bebè deve anche rinforzare il suo sistema immunitario, perciò va allattato al seno se possibile (il latte della mamma è ricco di anticorpi) almeno per tutti i suoi primi 6 mesi di vita, e portato fuori a fare delle brevi passeggiate anche in inverno nelle ore più soleggiate.

In queste occasioni casi il bebè dovrà essere ben coperto, ma scegliete per lui tutine e giubbottini in materiali naturali, e ricordate di fargli sempre indossare una cuffietta di lana per proteggere la testolina, che è la parte più delicata.

Il microclima domestico dovrà poi essere temperato, troppo caldo e neppure troppo umido, ma attenzione anche a non "seccare" troppo l'aria perché questo sarebbe deleterio per il sistema respiratori dei piccoli facilitando infiammazioni e tosse. Occhio anche al fumo, non solo di "seconda mano" ma anche di "terza" (ovvero il fumo presente negli ambienti comuni anche condominiali), meno il bimbo verrà esposto a questa sostanza tossica, meglio sarà.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail