Tutti i bambini e le bambine sono “vanitosi“, ovvero si sentono belli nella misura in cui si sentono anche amati. Psicologicamente, infatti, il bambino da 0 a 6 anni attraversa la fase egocentrica in cui si sente al centro del mondo e impara a rapportarsi agli altri usando se stesso come punto di riferimento e filtro.

Dal momento che in questa fase della crescita il piccolo si identifica con il suo corpo, ed al momento che, in genere (in famiglie “sane”), tutte le persone che sono importanti per lui coccolano quel corpo, è logico che il bimbo sviluppi un senso di ammirazione per se stesso, ma non si tratta dello stesso meccanismo narcisistico patologico che può manifestarsi in età adulta quando ci si “innamora” della propria immagine.

I bimbi imparano presto che essere belli è un equivalente di essere amati, perché dal momento che “ogni scarrafone… “, ciò che conta è soprattutto il secondo messaggio che arriva loro. Le bimbe, poi, imitano le loro mamme e si atteggiano a donne che indossano bei vestiti e si truccano, ma rimane sempre un bel gioco, un po’ come fare “le signore” e chiacchierare di mariti e bambini era una delle attività preferite delle nostre nonne.

Insomma, una bimba che si pavoneggia non è affatto un caso strano, sarebbe molto più preoccupante il contrario, ovvero scoprire che la propria bambina si sente “brutta”, che la sua autostima è stata lesa o ferita magari per giudizi poco lusinghieri sul suo aspetto fisico o sul suo peso arrivati alle sue orecchie dalle persone amate, magari proprio da mamma e papà.

Per questa ragione se volete contenere la vostra bambina un po’ troppo vanitosa, evitate (per carità!), di mortificarla, di prenderla in giro, specie di fronte agli altri. Semmai, fatele capire che la sua bellezza non è legata ai vestiti o alle cose materiali ma che dipende dal solo fatto che lei è perfetta a prescindere, in quanto essere umano, in quanto bimba amata, in quanto persona con caratteristiche uniche e irripetibili.

Al contempo, cercate di farle capire che tutti gli esseri umani, anche i suoi coetanei meno “avvenenti”, sono belli perché unici, meritevoli di amore da parte dei genitori e di chiunque altro. Non preoccupatevi se vostra figlia ama adornarsi di pizzi o appare interessata ai gioielli e al trucco, è del tutto normale. Preoccupatevi, piuttosto, di crescerla ed educarla ai veri valori importanti della vita: l’amore, la serietà, l’onestà, il rispetto per gli altri.

Stimolate in lei fantasia e la creatività e aiutatela a “scoprire” il proprio corpo in modo creativo, insegnandole che la bellezza è anche sentirsi sane e vitali. Quando diventerà più grande la vostra bambina imparerà da sola a curare la propria immagine in modo equilibrato, dando all’estetica il giusto valore e imparando a vedere la vera bellezza anche negli altri.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto