Quando una donna sospetti di essere rimasta incinta può togliersi il dubbio effettuando il semplice test di gravidanza casalingo, usa e getta, che per pochi euro si può comprare in farmacia o al supermercato. Questi stick, che si basano sulla rilevazione della concentrazione di un ormone presente nelle urine, hanno, se ben usati, una percentuale di attendibilità pari al 99%, anche se, naturalmente, la conferma della gestazione in atto si ha solo dopo le analisi di laboratorio e la visita dal ginecologo. Detto questo e tornando al nostro test, quanto si deve attendere prima di effettuarlo dopo il rapporto sessuale “a rischio”?

Ebbene, esistono, naturalmente, dei tempi tecnici da rispettare, che tuttavia non ci costringono ad aspettare troppo. L’ormone che si va a misurare nelle urine femminili per scoprire se c’è una gravidanza in atto è il beta-HCG (gonadotropina corionica), prodotto dal trofoblasto, il tessuto che con il prosieguo della gestazione diventerà placenta.

Ebbene, questo ormone aumenta gradualmente fino a raggiungere il picco massimo tra le 7 e le 12 settimane di gravidanza, e poi resta stabile fino al parto. Ma per misurarlo non dobbiamo aspettare tanto dato che la soglia minima che indica che siamo incinte è pari a 10 U/L, concentrazione che in genere si raggiunge intorno alle due settimane dopo il concepimento.

Per questa ragione il momento ideale per fare il test è, per l’appunto, 14 giorni dopo il rapporto a rischio, pertanto nelle donne con ciclo mestruale regolare già dopo 2 giorni di ritardo si può effettuare la misurazione. Nelle donne con ciclo irregolare, invece, meglio attendere almeno una settimana-10 giorni di ritardo.

Il test è immediato, bastano solo 3 minuti per avere la risposta che appare come una scritta (incinta o non incinta) o come una doppia linea sul display, talvolta indicando, nel modelli più sofisticati, anche la possibile data del parto. L’orario migliore per effettuarlo è al mattino, quando le urine sono più concentrate e il prezzo varia tra i 7€ e i 13€ circa.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto