Quale contraccezione scegliere dopo la gravidanza

Contraccezione dopo la gravidanza, quali contraccettivi scegliere dopo il parto per evitare un'altra gravidanza troppo ravvicinata? Ecco quali sono le possibili scelte che possiamo fare.

Contraccezione dopo la gravidanza

Contraccezione dopo la gravidanza, quali possibilità abbiamo? Dopo il parto, nei primi 40 giorni, quelli definiti del puerperio, solitamente i ginecologi sconsigliano rapporti sessuali, anche perché il corpo della donna deve ancora rimettersi in sesto dopo le fatiche del parto. In seguito, invece, anche durante l'allattamento è bene pensare ad un metodo contraccettivo, se non si vogliono avere gravidanze troppo ravvicinate. Il ciclo può tornare quando meno ce lo aspettiamo, anche se allattiamo il bambino.

Solitamente si aspettano i primi 40 giorni per poter iniziare a pensare ad un contraccettivo: esiste ad esempio una pillola, composta solo da ormone progestinico (chiamata anche minipillola), che si può assumere in tutta tranquillità anche se stiamo allattando. Questa pillola va assunta ogni giorno alla stessa ora e non c'è bisogno della pausa dopo 3 settimane: infatti la scatola contiene pillole per 4 settimane, un mese intero. Il ciclo può tornare oppure no durante l'assunzione della minipillola, che solitamente viene cambiata quando si smette di allattare il neonato al seno.

Per le mamme che allattano spesso vengono consigliati anche i metodi di barriera, ma sarà il ginecologo a valutare quale possa essere la soluzione migliore, anche in base allo stato di salute della neo mamma. La spirale può essere utilizzata dopo 40 giorni e non prima.

Per le mamme che non allattano al seno, invece, possono essere prescritte anche le pillole combinate, con ormoni estrogeni e progestinici. Possono essere usati anche la pillola, il cerotto e l'anello, sempre dopo aver effettuato una visita dal ginecologo per capire qual è la soluzione migliore per le nostre esigenze.

Ovviamente il profilattico rimane l'anticoncezionale più utile, che si può usare già dopo 20 giorni dal parto, non appena la mamma sente di poter affrontare di nuovo un rapporto con il partner.

Foto | da Flickr di thestarshine

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail