Crosta lattea nel neonato, quando compare e quali sono le cause

La crosta lattea è una forma di dermatite tipica dei neonati che scompare con la crescita. Vediamo sintomi e cause

La crosta lattea è uno sfogo cutaneo di natura infiammatoria che spesso si manifesta sul cuoio capelluto dei neonati nei primi mesi di vita, senza che, però, ci sia una diretta correlazione con il consumo del latte. Infatti questo disturbo della pelle è in realtà una forma passeggera di dermatite seborroica che si risolve spontaneamente con la crescita.

Riconoscerne i sintomi è molto facile e anche i tempi di comparsa sono tipici: tra la seconda e la quarta settimana dalla nascita compaiono delle squamette biancastre sul cuoio capelluto del bebè che, in pochi giorni si diffondono su tutta la teste e si scuriscono, diventando vere e proprie croste color nocciola.

Crosta-lattea

Raramente, la dermatite può presentarsi anche dietro le orecchie, nelle pieghe dell’inguine, delle ascelle o del collo. Vediamo quali possono essere le cause di questo vero e proprio eczema neonatale. Probabilmente si tratta della conseguenza di un eccesso di produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, stimolate dagli ormoni di origine materna che rimangono nel sangue del neonato per un po’ di tempo dopo il parto.

Inoltre, dal momento che la cute del piccolo è ancora immatura e incapace di rigenerarsi in modo completo, le squame, invece di seccarsi e cadere, si sovrappongono le une alle altre. In ogni modo, la crosta lattea è destinata a scomparire spontaneamente tra il terzo e il quarto mese di vita, anche se la caduta delle squamette può essere facilitata anche dall'utilizzo di semplici rimedi naturali e prodotti igenici non farmacologici.

Per evitare di seccare ulteriormente la pelle è bene lavare la testa del bambino ogni 2 giorni con uno shampoo a base oleosa (meglio se bio), e usare poi, per ammorbidire le croste e disinfettare la cute sfiammandola, l'olio di cocco, efficacissimo per combattere gli eczemi, che trovate in farmacia o erboristeria.

Il prodotto va applicato dopo lo shampoo e lasciato agire per circa un'ora, poi, potrete procedere alla rimozione delle squame utilizzando un pettinino con le punte arrotondate e a maglia fitta, con il quale, delicatamente, spazzolerete i capelli, portando via le crosticine. Terzo step, disinfettare e riequilibrare la cute del bebè con un olio curativo come quello di borragine o il tea tree oil.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail