Il bambino non mangia il cibo a pezzetti, cosa fare?

Ci sono bambini che concluso lo svezzamento si rifiutano di masticare e di mangiare cibi a pezzettini. Come aiutarli?

Ci sono bambini che hanno problemi di masticazione. A volte, nonostante lo svezzamento sia andato bene, nel senso che il piccolo ha dimostrato di essere un mangione e di amare il cibo e anche i sapori intensi, si tende a fermarsi a causa di un ostacolo: i pezzetti. Alcuni bimbi si rifiutano di mangiare i bocconcini, preferendo gli alimenti completamente frullati. Alla lunga questo diventa un problema: prima di tutto a livello intestinale, perché ridurre il cibo in poltiglia vuol dire anche frullare le fibre, che sono fondamentali per regolarizzare il transito.

alimentazione bambini

I genitori tendono a scusare il bambino: ha pochi dentini, ma altrimenti non mangia e via così. È tutto verissimo, ma normalmente dagli otto mesi in poi, i bambini sono pronti per masticare cose morbide e piccole dimensioni. Di solito non bisogna andare nel panico. La maggior parte fa il salto verso un cibo più da adulto semplicemente con la crescita (deve raggiungere una maturità alimentare) e la frequentazione di altri bambini. Si sa che imparano per imitazione.

Siate quindi prima di tutto voi, il loro esempio. Mettete a tavola con voi il piccolino e incoraggiatelo ad assaggiare, un po’ come si fosse un gioco. Inoltre, anche se può essere fastidioso, lasciatelo pasticciare con il cibo. Fate in modo che riduca il pane a pezzettini e poi lo metta in bocca da solo. A questa età anche se mangia con le mani non è un problema. Prima deve imparare a masticare e poi a usare le posate. Non bisogna scoraggiarsi e soprattutto non bisogna imboccarlo a forza. La soluzione più drastica (ma anche quella che funziona meglio) è mettergli nel piatto i cibi che mangiano mamma e papà. La prima sera non mangerà, la seconda nemmeno, ma alla fine raggiungerete il risultato sperato.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail