Perché leggere a voce alta ai bambini?

Leggere a voce alta ai bambini fa davvero molto bene, ai piccini così come ai grandi: ecco spiegati i motivi per cui dovremmo sempre leggere a voce alta le storie ai nostri bambini.

Forse non tutti sono a conoscenza della grande importanza che leggere ad alta voce ai bambini ricopre. Già, perché oltre a rappresentare un momento unico fra mamma (o papà) e bimbi, costituisce un gesto ricco di benefici per i nostri figli.

Fin dai tempi più antichi, le tradizioni, i racconti e la saggezza venivano tramandati oralmente, dagli anziani ai più giovani. Una consuetudine davvero molto bella, che dovrebbe continuare ancora oggi. Specie dal momento che, secondo studi scientifici, leggere a voce alta ai bambini fin dalla culla farebbe davvero molto bene. Dato che non è affatto scontato che in famiglia venga rispettata tale abitudine, vi spieghiamo perché è così fondamentale.

Perché leggere a voce alta ai bambini

Bambini: i benefici della lettura ad alta voce

  • Stimola il cervello: e porta beneficio allo sviluppo delle sue potenzialità. Senza contare il fatto che spinge i piccoli non solo ad attendere con ansia tale momento, ma anche ad appassionarsi ben presto alla lettura (con i risvolti positivi che questa riflette sul nostro linguaggio, sul nostro pensiero e sulle relazioni).
  • Leggere a voce alta a bambini crea inevitabilmente un forte legame con i genitori, un momento di interazione senza eguali.
  • Leggere a voce alta aiuta a stimolare la capacità di riconoscere e utilizzare i suoni della propria lingua e spinge i bambini a diventare successivamente autonomi nella lettura.
  • I bambini che possono contare su genitori che leggono loro spesso, hanno capacità di linguaggio e di comprensione molto più alte, senza dimenticare che sono anche più curiosi e hanno più voglia di apprendere cose nuove.

E, infine leggere a voce alta ai bambini fa bene anche a mamma e a papà, che possono ritagliarsi qualche ora di tempo da trascorrere con i propri bimbi.

Quando iniziare a leggere ai bambini?

E’ bene iniziare già dai 3 mesi di vita: non pensate che sia troppo presto, c’è chi inizia a leggere già al pancione. I bimbi molto piccoli si appassionano alle nuove storie e rimarrebbero ore a sentircele raccontare. Soprattutto considerato che non hanno ancora raggiunto l’autonomia per farlo da soli. Quindi, visto che dei bambini di pochi anni non sono in grado di capire esattamente tutto ciò che si racconta loro, giocate molto con le espressioni del viso ed i toni della voce.

Photo | Pixabay