Lavare le mani ai bambini: perché è importante

Insegnare ai bambini a lavarsi le mani è un gesto molto importante di cura personale e di prevenzione verso eventuali infezioni.

prevenzione-toxoplasmosi-lavarsi-mani

Un gesto semplice come lavare le mani ai bambini deve diventare una tradizione di famiglia. È fondamentale insegnarlo ai piccoli da subito. Perché? Non è solo una questione di igiene personale, ma è il primo filtro protettivo dalle infezioni. Durante la giornata tutti veniamo in contatto con oggetti, animali, alimenti che possono essere veicolo di germi potenzialmente patogeni. I bambini ancor di più.

Nei primi anni di vita toccano qualsiasi cosa e poi infilano le loro manine in bocca: il gioco è fatto. Il lavaggio frequente delle mani è quindi una forma di prevenzione. Quando bisogna ricordare la piccolo di farlo? Tutte le volte che ci viene in mente. Ci sono poi delle occasioni di routine: prima di mettersi a tavola e subito dopo, quando si va in bagno, quando si rientra in casa dopo un uscita o una passeggiata, dopo aver toccato un animale o un gioco che è proprio, dopo aver giocato al parco e via così.

Come si lavano le mani? Prima di tutto senza fretta, perché il verbo lavare non è sinonimo di sciacquare. Bagnate le manine ai bambini e poi insaponatele: devono sfregarle molto bene per qualche minuto, ricordando di passare anche tra un dito e l’altro. Sciacquare le mani per eliminare il sapone e poi asciugarle. Se i piccoli sono in un bagno pubblico, insegnategli a chiudere i rubinetti con il gomito o utilizzando un fazzolettino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail