Bambini in spiaggia, consigli per una vacanza sicura

Quali sono i consigli fondamentali dei pediatri per organizzare una vacanza in riva al mare sicura.

Una vacanza al mare può sembrare la scelta più sicura e più semplice per rilassarsi. In realtà anche in spiaggia si corrono diversi pericoli. Ecco quindi qualche consiglio per vivere serenamente e in totale sicurezza le ferie con i piccoli di casa.

Bisogna iniziare a scegliere correttamente la spiaggia: ci sono Bandiere Verdi ad altrettante spiagge a misura di bambino, selezionate dai pediatri italiani che assicurano lidi attrezzati, acqua pulita e un bel panorama. Inoltre, l’accesso al mare di solito è molto semplice e perfetto per i piccoli.

Mi rendo conto che è più facile tenere sott’occhio i bambini piccoli, che non devono mai essere lasciati soli perché possono annegare in pochi centimetri di acqua. Più difficoltoso è monitorare quelli dai 4 anni in poi, che amano fare escursioni sugli scogli e cimentarsi in acrobazie di ogni genere

Racconta Antonio Urbino, direttore della struttura complessa di Pediatria d’urgenza dell’Ospedale infantile Regina Margherita di Torino e presidente della Simeup (Società italiana di Medicina di emergenza e Urgenza pediatrica). Non bisogna quindi costringerli sotto l’ombrellone, ma anche fargli capire che esistono giochi pericolosi come fare i tuffi.

La migliore prevenzione è insegnare il nuoto ai propri figli. In Italia l’insegnamento del nuoto non è così diffuso come si potrebbe credere. Eppure l’annegamento è tra le prime cause di decessi dovuti a traumi in età pediatrica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail