8 consigli alle mamme per sopravvivere alle notti in bianco

Non dormire la notte è davvero pesante e molti genitori, soprattutto le mamme, dopo anni sono stremati.

Avere un bambino che non dorme è una vera tortura. Solo le mamme che hanno provato, sanno che cosa vuol dire. Quando si parla di bimbo insonne non si fa riferimento ai primi mesi, quando ancora prende il latte o soffre di coliche, ma degli anni successivi. Come sopravvivere a questa fase della vita, destinata a passare?


  • Non ascoltare i giudizi degli altri: tutti hanno un consiglio o un commento da fare, è nella natura umana. Tappati le orecchie al primo “non è possibile….”
  • Non è colpa tua. Le mamme tendono a colpevolizzarsi già abbastanza, quando non subentrano anche gli amici e i parenti con i giudizi universali. Ecco non è colpa tua.
  • Fate a turno. È indispensabile dormire per la salute mentale e fisica, alterna le notti con il papà.

  • Se ogni tanto hai voglia di piangere, è normale. Non sei depressa, sei umana.
  • Ti arrabbi con il bambino? Può succedere, non sei una cattiva mamma ma cerca di controllarti.
  • Se hai bisogno di un confronto con uno specialista, prova le strade che credi opportune.
  • Tappati le orecchi davanti alle mamme che ti dicono per quanti anni non hanno dormite: massima solidarietà, ma non è il momento.
  • Il bambino se non dorme non sta per forza male. Spesso l’insonnia è dettata da un’immaturità e non c’è nulla da fare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail