Qual è il tempo medio per rimanere incinta e quando rivolgersi a un medico

Cercare un bambino è spesso una corsa contro il tempo: quanto tempo ci vuole mediamente per concepire?

È molto difficile parlare di tempo medio per rimanere incinta perché ogni coppia ha un percorso tutto suo e a volte, anche se il bambino impiega mesi ad arrivare, non vuol dire che ci sia qualcosa di patologico. Sicuramente ci sono delle variabili importanti, che influenzano il concepimento. Prima di tutto l’età: aspettare dopo i 35 anni per il primo figlio ovviamente rende tutto più complesso.

È importante anche lo stress, la compatibilità di coppia e fare l’amore nel momento giusto: ci sono coppie che faticano a rispettare il ciclo della donna, che magari è irregolare, perché hanno turni e impegni professionali che destabilizzano la ricerca di un piccolino. Considerate che solo un terzo delle coppie concepisce con un unico tentativo. Di solito ci si impiega tra i 6 e i 18 mesi.

Detto ciò se è un anno che state tentando, conviene rivolgersi a un medico, verificare se c’è qualche ostacolo (sia per lei sia per lui) e magari iniziare ad assumere un integratore a base di acido folico. Secondo la Human Fertilisation and Embryology Authority, circa il 95% delle donne di 35 anni che hanno regolarmente rapporti sessuali non protetti rimarrà incinta entro tre anni di tentativi, ma per le donne di 38 anni, la percentuale scende al 75%. Forse quello su cui bisogna riflettere è proprio il fattore età. Per cultura, per necessità e per stile di vita, siamo abituati a spostare gran parte delle nostre scelte di vita avanti nel tempo. Purtroppo l’orologio biologico ha un suo corso, che non ha nulla a che vedere con precariato, studi e difficoltà a trovare il momento ideale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail