Guaina post partum, cosa è e quando serve

Che cosa sono le guaine che si indossano dopo il parto e servono realmente o è meglio non utilizzarle?

Prendersi cura del pancione cure

La guaina post partum non è amata o apprezzata da tutti, anche se in alcuni casi molte donne si sono trovate bene. In linea di massima dopo un parto naturale non serve. I medici e le ostetriche la sconsigliano perché tende a rallentare il normale funzionamento dei muscoli addominali, che dovrebbero da soli riprendere la loro forma.

È invece indicata, ma solo usata con moderazione, in caso di taglio cesareo. Il consiglio è quello di usarla solo in situazioni particolari, magari se avete una giornata importante e dovete stare molto in piedi, altrimenti evitate, perché se è vero che da un lato vi sostiene dall’altro potreste qualche problema di salute.

Le guaine usate in modo esagerato potrebbero favorire l’aumento della pressione intra-addominale, favorendo il rischio di prolasso vaginale, uterino, rettale e di incontinenza urinaria. Non sono danni immediati, sono problemi che possono manifestarsi più avanti con l’età, soprattutto in menopausa. Lasciate quindi che il corpo lavori da solo, in modo naturale.

Come sono fatte? Alcune assomigliano a delle panciere, rinforzate davanti: sono in cotone e si possono regolare. Altre invece sono più simili a delle mutande contenitive elasticizzate, molto alte.

Via | Chiediallostetrica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail