Punture di medusa nei bambini: come riconoscere i segni e i rimedi migliori

Come riconoscere subito le punture di medusa nei bambini e quali rimedi adottare tempestivamente.

puntura-medusa-bambino-2jpg

Le punture di medusa possono essere un disturbo fastidioso: possono arrivare a rovinare una giornata al mare, instaurando nei bambini la paura di entrare in acqua per il timore di entrare di nuovo a contatto con i suoi tentacoli: le meduse, infatti, non pungono, ma passando vicino a noi in acqua, con i tentacoli emettono a difesa una sostanza urticante per la pelle.

Come si riconosce una "ferita" da medusa?


  • Il bambino sente bruciore e dolore quando entra a contatto con la medusa.

  • La pelle si arrossa.

  • Compaiono piccoli pomfi, come quelli dell'orticaria.

  • In 10-20 minuti passa il bruciore, ma arriva un prurito anche molto intenso.

Cosa fare quando si viene a contatto con una medusa?


  • Tranquillizzate il bambino e fatelo uscire subito dall'acqua.

  • Verificate che non vi siano parti di medusa ancora attaccate alla pelle.

  • Fate scorrere acqua di mare sulla parte lesa.

  • Non fate grattare il bambino ed evitate il contatto con la sabbia.

  • No ad ammoniaca, aceto, alcol o succo di limone: peggiorerete la situazione.

  • Per curare la parte lesa, dovreste applicare del gel astringete al cloruro d'alluminio. Va bene anche una crema al cortisone.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail