Massaggia gengive per neonato: a quanti mesi utilizzarlo?

Il massaggia gengive è capace di attenuare i fastidi provocati dalla dentizione: ecco da quando utilizzarlo

Massaggia gengive per neonato: a quanti mesi utilizzarlo?

Il massaggia gengive è uno di quegli oggetti indispensabili quando si abbia in casa un bimbo di pochi mesi alle prese con la comparsa dei primi dentini. Tale fase è senza dubbio delicata in quanto provoca ai piccoli non pochi fastidi, che spesso si tramutano in pianti interminabili.

Solitamente per attenuare il dolore collegato alla dentizione, che interessa per la maggior parte le gengive, basta dare al piccolo qualcosa da mordere ed a tal proposito i massaggia gengive rappresentano la soluzione più adatta.

Realizzati in materiali sicuri e privi di controindicazioni, un po' come i ciucci per intenderci, possono essere utilizzati in tutta tranquillità. In commercio ne esistono numerose tipologie pensate per tutte le esigenze e per le diverse fasi della dentizione.

Solitamente i massaggia gengive prevedono, al loro interno, dell'acqua o del gel. Ciò permette, dopo un breve riposo all'interno del frigorifero, di poter usufruire di una loro azione rinfrescante, capace di lenire i fastidi in maniera efficace.

Facili da impugnare, leggeri ed alla portata dei neonati, i massaggia gengive possono essere utilizzati già dai primi mesi. Quelli adatti alla prima fase della dentizione, che interessa i denti frontali, sono di piccole dimensioni in modo da non interferire in alcun modo con lo sviluppo del palato. Si potrà passare poi, nelle fasi successive, a quelli un po' più grandi capaci di andare a stimolare la parte centrale e quella posteriore della bocca.

In definitiva, quindi, i massaggia gengive possono essere utilizzati a partire dai 5-6 mesi di vita, ovvero dal momento in cui inizino a fare la loro comparsa gli incisivi centrali inferiori ai quali seguiranno, subito dopo, quelli superiori.

  • shares
  • Mail