La rivolta delle mamme contro i compiti a casa

I genitori dicono basta ai compiti a casa: dopo le giustificazioni di alcuni di loro, ecco la protesta a Varese.

bambina-fa-i-compiti-con-mamma.jpg

Prima un papà ha fatto una giustificazione al figlio al quale aveva permesso di non fare i compiti a casa per le vacanze, poi ci sono stati altri genitori che si sono ribellati alle maestre che danno i compiti a casa

A Varese 90 mamme hanno presentato una petizione al sindaco perché porti al Ministero dell'Istruzione un progetto di scuola sperimentale senza voti e compiti a casa, sostituiti dal tempo pieno. Metà delle ore dovranno essere trascorse all'aria aperta, in classe non banchi ma tavoli di lavoro, il pranzo sarà un momento di educazione alimentare e ogni mattina la prima ora servirà a dare spazio alle emozioni.

L’esperimento prevede il tempo pieno e otto ore tra studio e attività didattiche: è come l’orario di un lavoratore, voi chiedereste a un operaio di fare del lavoro aggiuntivo a casa dopo quello che ha svolto in fabbrica? Noi no, ed è per questo che siamo contro i compiti a casa.

Al Comune di Varese interessa l'idea e c'è già un preside, Antonio Antonellis, disposto ad ospitare la sperimentazione, ma servono le maestre, due per ogni ora di lezione. Ce la faranno?

Via | Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail