Affanno in gravidanza: quali sono i rimedi?

L'affanno in gravidanza rappresenta un disturbo fisiologico piuttosto comune: ecco come combatterlo

Soffrire di affanno in gravidanza è piuttosto normale. La dolce attesa porta con sè una serie di cambiamenti e tra questi anche il fatto di rendere alla mamma più difficoltose le comuni azioni quotidiane. Quella sensazione di respiro corto è tipica durante tale periodo ed accomuna un po' tutte le future mamme. In ognuna di esse, però, può assumere portata diversa cosicchè ad alcune basta solo fermarsi un attimo per riprendere respiro mentre altre necessitano di un riposo più lungo.

Si tratta, in parte, di un disturbo fisiologico dovuto all'aumento di peso ed al fatto che il bambino insista sul diaframma: l'ingombro del pancione di certo non aiuta, ed è da mettere in conto. Non si discute sul fatto che all'avvertimento delle prime difficoltà nella respirazione sia bene non insistere ma prendere una pausa assecondando il messaggio che il proprio corpo stia mandando.

Ma quali sono i rimedi per l'affanno in gravidanza? La soluzione è molto più semplice e banale di quanto si possa immaginare e può essere racchiusa in una sola parola, ovvero riposo. Il consiglio, infatti, è quello di non esagerare con le attività quotidiane che prevedano un certo sforzo: niente pulizie o mestieri di casa troppo pesanti, no a camminate troppo lunghe, no anche alle scale ed a tutti quei movimenti che possano stancare troppo provocando, appunto, quella sensazione di affanno che dovrebbe essere tenuta a bada.

Durante questo delicato periodo si è più sensibili alla stanchezza. Ci sarà tempo, dopo il parto, per dedicarsi a tutto ciò si sia messo da parte durante la dolce attesa.

  • shares
  • Mail