Terme in gravidanza, i pro e i contro

Rappresentano un toccasana contro stress ed ansie legate alla dolce attesa: scopriamo quali sono le controindicazioni legate alle terme durante la gravidanza

Terme in gravidanza, i pro e i contro

La gravidanza, lo sappiamo bene, rappresenta un momento impegnativo nella vita di una donna. Le ansie e le paure legate alle dolce attesa possono mettere a dura prova la futura mamma. Viene da sè che concedersi qualche momento di puro relax non possa che rappresentare un toccasana per ristabilire i giusti equilibri e ridonare quella serenità della quale si abbia bisogno.

Le terme possono rappresentare una delle soluzioni ideali a tale scopo. Si tratta del luogo perfetto nel quale lasciarsi andare a numerosi trattamenti volti a coccolare la futura mamma ed a regalarle qualche piacevole momento distensivo.

Alle terme, sono legati, però, dei pro e dei contro, dei quali si deve comunque tenere conto per scongiurare pericoli di sorta.

Tra i pro legati alle terme c'è il sollievo regalato nei confronti di alcuni malesseri tipici della dolce attesa, come il mal di schiena, alleviato dallo stare immerse nell'acqua, o il gonfiore di gambe e caviglie conseguenza, questa, della cattiva circolazione durante il periodo gestazionale. Le terme sono capaci, altresì, di rilassare mente e corpo (in particolar modo la muscolatura).

Non è, però, tutto rose e fiori: ci sono dei contro che non possono non essere tenuti in considerazione per la salvaguardia del benessere di mamma e bebè. Ad evitare di recarsi alle terme durante la dolce attesa dovrebbero essere le future mamme con problemi di ipotensione. Specie durante il primo trimestre di gravidanza, la pressione tende ad essere più bassa del normale: meglio non rischiare. In ogni caso sarebbe bene non rimanere immerse in acqua calda più di 10 minuti.

Non dimentichiamo, poi, come l'acqua termale possa rivelarsi un veicolo preferenziale per diversi tipi di infezione, sia in corso che non. Da evitare, infine, sono sia le saune, per il brusco cambiamento di temperatura che comportano, che gli idromassaggi, che con il loro effetto sussultorio potrebbero agire sull'utero sollecitandolo. Meglio non sostare a diretto contatto con getti di acqua troppo forti, specie indirizzati verso il pancione.

Foto | Via Pinterest

  • shares
  • Mail