10 falsi miti sul mal di testa dei bambini

Quali sono i falsi miti sul mal di testa dei bambini ( e non solo)? Ecco qualche importante dettaglio sul tema.

Trauma cranico nei bambini mal di testa

I bambini soffrono di mal di testa proprio come gli adulti. Questo disturbo colpisce circa 10 piccoli o adolescenti su 100. Ci sono però numerose informazioni sbagliate o convinzioni errate sulle cefalee dei minori. Ecco quindi 10 falsi miti elaborati dagli esperti dell’Ospedale Bambino Gesù.

Ecco le convinzioni più comuni con il commento degli esperti:


  • Il mal di testa è un problema degli adulti (non è vero può presentarsi a qualsiasi età)
  • Il mal di testa è di origine psicologica (se è una cefalea primaria è legato a una predisposizione costituzionale)
  • I difetti della vista innescano il mal di testa (falso, non è sintomo diretto dei difetti della vista.)
  • La sinusite causa mal di testa e per curarlo basta l’aerosol. La sinusite non è un problema che riguarda i bambini più piccoli di 8 anni perché i seni nasali non sono ancora anatomicamente sviluppati. Eventuali diagnosi di sinusite associata a mal di testa e conseguenti cure con aerosol prima di questa età sono quindi da considerare errate.
  • Per il mal di testa non serve lo specialista. I mal di testa non sono privi di rischi. Possono essere un campanello di allarme per altre patologie. In molti casi possono essere gestiti dal pediatra. Tuttavia - se è bene non allarmarsi per un singolo episodio - è necessario affrontare correttamente quelle cefalee che per assiduità e intensità interferiscono con la vita quotidiana.
  • Chi soffre di mal di testa deve rassegnarsi e resistere al dolore: le cefalee si possono e si devono curare per alleviare il dolore e ridurre l'effetto disabilitante.
  • Per il mal di testa basta l’automedicazione. Le terapie devono essere sempre seguite sotto controllo medico. Sbagliare il dosaggio degli antidolorifici o assumerne più di 15 dosi mensili - la tendenza generale di chi adotta la cura "fai da te" è quella di abusare dei farmaci - può infatti portare alla cronicizzazione del mal di testa.
  • Il mal di testa si cura con gli integratori.Sono spesso prescritti al posto di farmaci appropriati, ma ad oggi non esistono evidenze scientifiche sull'efficacia degli integratori a base di erbe per la cura del mal di testa. Ci sono studi che, invece, confermano l'elevata efficacia dell'effetto placebo in età pediatrica. Tra i bambini con cefalea arriva fino al 60%, percentuale pari a quella dei migliori farmaci.


  • Un antidolorifico vale l’altro: non è vero. In Italia è molto comune l'uso del paracetamolo, tuttavia il farmaco di prima scelta per tenere sotto controllo il mal di testa è l'ibuprofene, molecola con maggiori evidenze di efficacia documentate in letteratura scientifica.
  • Per il mal di testa non c’è prevenzione: condurre una vita regolare evitando, per esempio, l'esposizione a temperature estreme, i sovraccarichi di stress, le alterazioni del ritmo sonno-veglia e dormendo un adeguato numero di ore, previene l'aumento della frequenza degli attacchi di mal di testa.

Via | Ospedale Bambino Gesù

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail