Crema solare per bambini con dermatite atopica: quale comprare?

Ecco quali sono le caratteristiche da valutare al momento dell'acquisto di una crema solare per bambini con dermatite atopica

Crema solare per bambini con dermatite atopica: quale comprare?

La dermatite atopica è un'infiammazione della pelle abbastanza diffusa tra i bambini tanto da colpirne circa il 30%. Alla base della sua comparsa c'è una concatenazione di fattori, alcuni di natura ereditaria altri di origine esterna e legati al clima, all'alimentazione e così via.


Come è facile dedurre, i piccoli affetti da DA devono essere ben protetti dai raggi solari dai quali, in realtà, se opportunamente salvaguardati, possono trarre grandi benefici. Anche nel caso dei bambini affetti da dermatite atopica la protezione solare ricopre un ruolo di fondamentale importanza. Ma quale crema comprare?

Il consiglio è quello di preferire, in ogni caso, un fattore di protezione pari a 50+ almeno fino ai due-tre anni di età: trascorsi questi, ci si potrà spostare su una protezione medio-alta.

La crema solare prescelta dovrà essere priva di profumi e di altre sostanze non particolarmente tollerate da una pelle tanto delicata. In genere tali cosmetici prevedono l'alcool tra gli ingredienti. Si tratta, tuttavia, di dosi veramente irrisorie tanto da non provocare reazioni.

Da preferire sono le creme solari con i filtri fisici. Questi, solitamente utilizzati all'interno dei prodotti Ecobio, sono ovviamente più naturali e per tale motivo ad essi è legata una minore percentuale di reazioni allergiche. Tuttavia, hanno dei contro: oltre ad essere difficilmente spalmabili, creano una patina bianca sulla pelle dura ad andarsene, dando vita ad una sorta di barriera che non fa passare il sudore.

Nonostante tali prodotti abbiano subito una serie di test prima dell'arrivo in commercio, potrebbe risultare utile effettuare una prova su una piccola zona del corpo per verificare l'assenza di reazioni allergiche.

  • shares
  • Mail