Umidificatore per bambini: consigli per scegliere il migliore

Mantenere il giusto tasso di umidità in casa è particolarmente importante in presenza di bambini: ecco i consigli utili per scegliere il miglior umidificatore

Umidificatore per bambini: consigli per scegliere il migliore

Mantenere il giusto grado di umidità in casa, specie nella camera dei propri figli, è di fondamentale importanza per la loro salute. L'utilizzo degli umidificatori permette all'ambiente nel quali questi ultimi trascorrano la maggior parte del loro tempo di conservarsi salutare e confortevole.

L'utilizzo dei riscaldamenti nelle stagioni fredde, interferisce inevitabilmente con l'umidità dell'aria. Mantenerne il giusto tasso permette di prevenire eventuali problematiche alle vie respiratorie, specie se i piccoli siano predisposti nei confronti di allergie o infezioni. Un ambiente troppo secco, in definitiva, può nuocere alla salute: può comportare naso chiuso, mal di gola, tosse secca: ecco perchè è fortemente consigliato l'acquisto di un umidificatore per bambini, da porre all'interno della loro cameretta.  Come scegliere il migliore? Ecco alcuni consigli.

Meglio a caldo o a freddo ?


In commercio ne esistono tantissimi, più o meno tecnologici. Se siamo cresciuti con quelli di ceramica, da riempire di acqua e tenere appesi ai termosifoni, la possibilità di scelta, oggi, è molto più vasta.

Precisiamo innanzitutto come esistano gli umidificatori a caldo e a freddo o ad ultrasuoni. I primi sono generalmente più rumorosi, prevedono al loro interno l'utilizzo dell'acqua la quale, bollendo, produce un vapore caldo che è in grado di combattere i batteri e di permettere una migliore respirazione. Questi sono, però, più dispendiosi in termini di consumo, e potenzialmente più pericolosi.

Gli umidificatori a vapore freddo, invece, basano il loro funzionamento, e di conseguenza la loro efficacia,  su un sistema di vibrazione ad alta frequenza. Questa provoca la nebulizzazione di minuscole particelle di acqua le quali si diffondono nell'ambiente circostante ed aumentano, di conseguenza, il tasso di umidità nell'aria evitando anche la proliferazione dei batteri. Tale tipologia di umidificatori è silenziosa e priva di pericoli legati alle scottature. E' caratterizzata, infine, da un basso consumo energetico. Per tale motivo sono maggiormente consigliati.

Quale scegliere


Optate per un modello compatto e che non occupi troppo spazio, che sia dotato, per maggiore comodità, della funzione di spegnimento automatico e che, ovviamente, non preveda un funzionamento troppo rumoroso, specie se posto all'interno della stanza dei bimbi.

  • shares
  • Mail