Quali sono i riflessi arcaici del neonato?

Cosa e quali sono i riflessi arcaici del neonato?

neonato

Cosa sono i riflessi arcaici del neonato? Quando nasce, ogni bambino possiede dei riflessi considerati arcaici: il più famoso e anche il più osservato è sicuramente quello della suzione, ma ne esistono anche altri. Si tratta di riflessi donati dalla natura per permettere al bambino il passaggio dal grembo materno al mondo esterno.

I riflessi arcaici neonatali sono degli automatismi del corpo e degli arti che si presentano nei primi mesi di vita e che consentono al piccolo di rispondere agli stimoli esterni. Niente di intenzionale, ma comportamenti che poi verranno abbandonati per altri che saranno invece volontari e che accompagneranno la crescita del piccolo.

I principali riflessi arcaici del neonato sono:


    Riflesso di suzione, che consente al bambino di sopravvivere
    Riflesso di prensione, palmare o plantare, provate a mettere un dito vicino alla sua mano, lui ve la stingerà
    Riflesso di Moro o Startle, la cosiddetta reazione di soprassalto di fronte a un rumore forte
    Riflesso dei punti cardinali o di Epstein, collegato al riflesso di suzione, se gli toccate una guancia il neonato si gira e apre la bocca come a voler prendere il latte
    Riflesso palmo-mentoniero di Babkin, se si stimolano i palmi delle mani, il mento si contrae, se si stimola solo un palmo il piccolo porta il pugno alla bocca
    Riflesso di raddrizzamento o deambulazione automatica, se sostenete il neonato e gli appoggiate il piede su un piano, il piccolo farà la mossa di "camminare"
    Riflesso tonico asimmetrico del collo, in posizione supina se si ruota la testa da un lato, lui stenderà lo stesso arto superiore e fletterà l'opposto
    Riflesso di Babinski, se stimolate la piante del piede, le dita si distendono
    Riflesso di Galant, o della colonna vertebrale, se stimolando il dorso si ha un incurvamento omolaterale del tronco

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail