Tatuaggi all'henné pericolosi per la pelle dei bambini

I tatuaggi all’henné mettono a rischio la salute della pelle dei bambini. Ecco che cosa dice un nuovo studio.

Cute 5 years old boy with african style hair and henna tattoo

Chi non ha provato un tatuaggio all’henné? Sono molti i genitori che li lasciano fare anche ai bambini, perché sono belli e si possono eliminare velocemente. Un nuovo studio dell’Università di Perugia, però, dimostra che sono pericolosi per la pelle dei piccolini ma anche dei ragazzi. Susanna Esposito, professore ordinario dell’Università degli Studi di Perugia e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici, WAidid, ha spiegato:


L'uso di tatuaggi temporanei all'hennè è ormai una moda molto diffusa nel nostro Paese soprattutto in estate. I tatuaggi sembrano innocui ma non lo sono. Da evidenze scientifiche emerge, infatti, che la sostanza chiamata para-fenilendiammina (PPD) che spesso viene aggiunta all’hennè naturale per ottenere un colore più scuro e duraturo, per le sue caratteristiche molecolari può indurre sensibilizzazione cutanea con varie manifestazioni cliniche alle ri-esposizioni, tra cui la più comune è la dermatite allergica da contatto. Nelle persone allergiche al composto, in particolare, il tatuaggio temporaneo può scatenare reazioni violente con gonfiore e rossore, mentre in chi ha una pelle molto sensibile e delicata può dare origine a una dermatite irritativa più lieve, ma altrettanto fastidiosa”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail