La freccia azzurra è un cartone dedicato alla Befana del 1996 tratto dall’omonimo romanzo di Gianni Rodari, uscito nel 1964. E’ un film d’animazione diretto da Enzo D’Alò: è il primo lungometraggio dello studio di animazione Lanterna Magica. Ci sono voluti ben quattro anni di lavoro per poterlo realizzare.

[amazon-ads asin=”8861451144″ layout=”buybox”]

La trama de La freccia azzurra è semplice: è il pomeriggio del 5 genaio e in una piccola città tutti si affrettano per le ultime compere. In molti sono davanti al negozio della Befana, che durante l’anno riceve ordinazioni e lettere dai bambini, per poi portare i doni a chi è stato buono, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio. Quell’anno, però, un contrattempo rischia di vedere i desideri dei bambini infranti: la Befana è a letto con una strana influenza causata dal dottor Scarafoni, che ha iniziato a prendere lettere e ordinazioni solo a pagamento. Solo i bambini ricchi possono così ricevere i regali.

Cosa succederà a Francesco, un bambino povero orfano del papà, che vende caramelle al cinema per aiutare la famiglia? Lui vorrebbe tanto un treno giocattolo, la Freccia Azzurra, visto nella vetrina della Befana.

Il film ha vinto il nastro d’Argento e il David di Donatello alla migliore musica 1997 per la colonna sonora di Paolo Conte.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Virus Gentilus per sconfiggere il Coronavirus

Altro su Cinema e Video Leggi tutto