Pro e contro dei pannolini lavabili

Pannolini lavabili si o no?

pannolini lavabili

Li avete mai provati i pannolini lavabili? Quando si aspetta un bambino si immagina come sarà la gestione del nuovo membro della famiglia, come ci si occuperà di lui, l’alimentazione, l’allattamento e anche i pannolini. Credo che un po’ tutte le mamme cercano di optare per soluzioni comode e facili da gestire che non siano particolarmente complesse dal punto di vista della gestione quotidiana. Una delle questioni cruciali riguarda proprio i pannolini, quali scegliere e come e anche cercare di non inquinare il pianeta. I pannolini lavabili stanno prendendo piede e sono tante le famiglie che scelgono questa soluzione green per i loro piccoli, ma sono anche tante le famiglie che desistono dopo qualche giorno ricorrendo ai tradizionali modelli “usa e getta”. Scopriamo insieme pro e contro dei pannolini lavabili.

I pannolini lavabili sono a basso impatto ambientale, non inquinano il pianeta e, in proporzione, risultano anche più convenienti di quelli monouso, inoltre fanno traspirare meglio la pelle e non provocano arrossamenti e irritazioni. La gestione del pannolino lavabile è ovviamente diversa e più impegnativa rispetto a quelli che, semplicemente, si buttano nella spazzatura.

Esistono diverse tipologie di pannolini lavabili:

  • Pannolini All-in-Two che sono formati da due parti, quella interna assorbente e una mutandina impermeabile.

  • Pannolini All-in-One in un unico modello troviamo una parte interna assorbente ed una esterna impermeabile che sono cucite insieme, sono pannolini molto comodi per il bambino.

  • Pannolini Pocket, presentano una parte interna in e una esterna in PUL (Poliuretano Laminato) cucite assieme, all’interno c’è una tasca in cui mettere gli inserti assorbenti.

  • Pannolini ciripà che sono realizzati in stoffa e sopra si inserisce la mutandina impermeabile.

  • Pannolini idridi con la parte esterna lavabile e quella interna assorbente che invece è usa e getta.

Il prezzo di 20 pannolini lavabili è di circa 250-300 euro, e il risparmio aumenta ulteriormente se acquistate quelli con taglia unica che durano dalla nascita a quando il bimbo andrà in bagno da solo.

Concludendo tra i pro dei pannolini lavabili troviamo il risparmio, la soluzione green ed eco friendly e l'impatto più soft sulla pelle dei neonati. Tra i contro invece possiamo riconoscere che si spendono soldi anche per lavare i pannolini in lavatrice e a meno, che il costo iniziale non è esattamente basso e che spesso si devono provare vari modelli prima di trovare il più adatto alle proprie esigenze.

Voi che ne pensate?

Foto | iStock

  • shares
  • Mail