Dieta vegetariana nei bambini: il primo sì dei pediatri

La Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) è convinta che la dieta vegetariana sia compatibile con una crescita equilibrata del bambino, purché aiutata dall’assunzione di integratori.

Above view of a little toddler child eats vegetables. Childhood and children health care concept. Real people. copy space

È arrivato il primo sì alla dieta vegetariana nei bambini, con riserve, dei pediatri italiani. È un inizio di apertura importante, che darà l’opportunità alle famiglie che scelgono un regime alimentare vegetariano o vegano di crescere i loro piccoli in piena libertà, senza discriminazioni e commettere errori. Perché con riserva? Perché i genitori dovranno informare il medico della scelta alimentare e pianificare una corretta supplementazione alimentare e le sue indicazioni devono essere seguite scrupolosamente. Paolo Biasci, Presidente Nazionale FIMP, ha così commentato:

Il pediatra ha il compito e il privilegio di aiutare i genitori italiani a sviluppare e mantenere corretti stili alimentari per sé e per i propri figli dalla nascita fino all’adolescenza. Pertanto ci troviamo in prima linea nell’accompagnare anche quelle famiglie che scelgono un’alimentazione a base vegetale parziale o totale. Senza una nostra corretta consulenza il rischio è che i genitori cerchino informazioni nei forum presenti nel web rifugiandosi in pericolosi fai-da-te.

La Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) ha infatti ricordato che la dieta vegetariana se non seguita correttamente e aiutando i bambini con dei supplementi può esporre il bimbo a gravi rischi, come problemi neurologici. La Federazione propone ai genitori sempre la dieta mediterranea, considerata la più equilibrata, ma è anche convinta che un’alimentazione vegetariana ben pianificata e supplementata è compatibile con una crescita sana e uno sviluppo corretto.

Ora che c’è stata quest’importante apertura spetta ai genitori farsi consigliare e affidarsi. Ricordiamo che se avete timore che il vostro pediatra di base non comprenda le vostre scelte di vita, il consiglio è quello di cercare un pediatra vegetariano.

Via | Diariodelweb

  • shares
  • Mail