Vacanze di Pasqua, le 10 regole da insegnare ai bambini per la salute della famiglia

Una dieta sana e uno stile di vita salutare. Ci sono almeno 10 regole da insegnare ai bambini per passare delle buone vacanze di Pasqua.

Cute little girl eating chocolate Easter bunny.

Sta per arrivare la Pasqua e per i bambini è davvero una grande festa, soprattutto per i dolci. Per non trasformare queste vacanze solo in un’occasione golosa, poco sana, bisogna ricordarsi che sarebbe meglio pensare di passare del tempo in famiglia, fare qualche gita e giocare con i bambini. Sono attività decisamene più costruttive. WAidid ha stilato 10 regole da insegnare ai bambini per salvaguardare la salute di tutta la famiglia.


  • Non esagerare con le uova di cioccolato: meglio scegliere un uovo di buona qualità e, nel caso in cui il bambino abbia ricevuto in regalo tante uova, utilizzare il cioccolato per preparare budini e torte nelle settimane successive alla Pasqua.
  • Limitare il consumo di salame e insaccati vari che, insieme al miele artigianale e alle conserve di frutta e verdura fatte in casa, possono essere all’origine di intossicazioni importanti come il botulismo.
  • Fare attenzione alle uova crude e alle verdure non lavate.
  • Sì ai gelati artigianali, ma meglio consumarli in posti conosciuti.
  • Durante i pic-nic avere sempre cura dell’igiene delle mani prima di mangiare e ricordarsi di utilizzare solo acqua potabile magari portando acqua in bottiglia.
  • Fare attenzione al pesce e ai molluschi crudi: il pesce crudo può essere portatore di un parassita, l’Anisakis, nocivo per l’essere umano perché può causare manifestazioni gastrointestinali o reazioni allergiche.
  • Optare per un’esposizione al sole in sicurezza: l’esposizione ai raggi solari è sempre consigliata perché aumenta la produzionedi vitamina D, ma non bisogna sottovalutare la loro pericolosità.
  • Non scoprire totalmente i bambini al primo sole, meglio vestirli a strati.
  • Portare sempre con sé un kit di primo soccorso in caso di viaggi o di escursioni, includendo anche prodotti repellenti contro le punture di zecche (queste ultime presenti soprattutto in montagna).
  • Non smettere di coinvolgere i bambini nella lettura di libri o fumetti adeguati alla loro età ricordando però che le vacanze servono a fare una pausa anche dai compiti a casa!
  • shares
  • Mail