Scuola, 5 in condotta: quali sono le Regioni con più bocciati?

Il 5 in condotta è sinonimo di bocciatura: quali sono le Regioni più severe contro chi non rispetta le regole?

Large group of school children raising their hands ready to answer the question.

Educazione, rispetto delle norme di comportamento sociale e delle regole. Sembrano parole di altri tempi, ma gli ultimi episodi di cronaca rendono certi concetti estremamente attuali, se non necessari. Il Miur ha diffuso i dati relativi ai voti di condotta degli iscritti alle scuole secondarie di secondo grado, dal primo al quarto anno, per l’anno scolastico 2016/2017. Il voto di comportamento, la famosa condotta, torna a essere fondamentale per la promozione.

Se il voto è superiore a 6, e ovviamente la media delle materie è buona, si passa l’anno, ma se c’è un’insufficienza nella condotta si viene automaticamente bocciati. Quali sono le regioni più severe? Sono quelle del centro-sud: Abruzzo, Campania e Puglia. Come si arriva al 5 in condotta? Ovviamente assumendo un comportamento scorretto durante l’anno scolastico, comportamento che deve portare a gravi sanzioni disciplinari, come una sospensione.

Nell’anno accademico scorso 2016/2017, secondo i dati Miur, quasi due milioni di iscritti dal primo al quarto anno di scuola superiore siano stati automaticamente bocciati per il 5 in condotta solamente 1.835 ragazzi. Appena lo 0,1% degli studenti, dunque, riceve una punizione esemplare. Una percentuale davvero bassa.

È un voto che conta e probabilmente tornerà a contare sempre di più, ma negli ultimi anni c’è stata una certa tolleranza verso la maleducazione e gli episodi di violenza. Il 6 in condotta è invece una situazione a rischio, soprattutto se non è accompagnata da una buona media: in Campania troviamo in questo stato il 10,6% del totale dei ragazzi iscritti ai primi quattro anni della scuola secondaria di secondo grado. Segue la Puglia, con il 6,1% del totale e al terzo posto troviamo la Basilicata, con il 5,9% degli studenti della regione.

Via | Skuola

  • shares
  • Mail