Gli US Open non penalizzeranno più le atlete in gravidanza

Gli US Open non penalizzeranno più le atlete che tornano a gareggiare dopo la gravidanza, in attesa di regola ufficiale il torneo americano mette in chiaro la propria posizione.

US Open non penalizzeranno più le atlete in gravidanza

Serena Williams è una delle tenniste più forti di sempre, eppure attualmente occupa il posto in classifica numero 453, alla faccia dei 23 titoli major conquistati in carriera. La “colpa” di Serena Williams è quella di essere diventata madre, nel mondo del tennis la maternità è considerata alla stregua di un infortunio, e anche lì ce ne sarebbe da ridire. Probabilmente sono state tante le tenniste che hanno subito lo stesso trattamento toccato alla Williams, ma nel suo caso il gap è stato talmente evidente che si è potuto ignorare. Gli US Open hanno deciso di cambiare le regole e di non penalizzare più le giocatrici che sono tornate a gareggiare dopo la maternità.

Quando si organizzano le gare e si definisce il calendario , le posizioni in classifica sono molto importanti perché il ranking tutela un po’ gli atleti offrendogli un percorso di gare meno duro e imprevedibile. Più si è bassi in classifica, più si deve lottare nel fango con gli altri giocatori. Gli US Open hanno deciso di cambiare il regolamento, come da sempre fa anche Wimbledon, quindi in attesa di una regola universale varata dalla Women's Tennis Association, i singoli tornei si prendono le proprie responsabilità riconoscendo alla Williams un posto in classifica degno della sua carriera e soprattutto della sua continuità nei risultati.

Fino ad ora Serena Williams se l’è dovuta sbrigare da sola, dimostrando sul campo di essere ancora forte e facendo tremare le avversarie che, forse l’avevano sottovalutata.

Patrick Mouratoglou, ex-compagno e allenatore di Serena Williams, qualche settimana fa ha dichiarato:

"Si è preparata benissimo, ciò che continua a stupirmi sono il suo entusiasmo, la sua determinazione, la qualità del suo lavoro. Grazie a queste doti, ha fatto progressi impressionanti: colpisce già la palla molto bene e il suo fisico sta tornando quello che conoscevamo. Si è messa sotto molto duramente. Può vincere il torneo? Serena è capace di tutto".

Patrick Mouratoglou

Giocare la professionista e ad alti livelli dopo la gravidanza richiede una forza, una dedizione e una determinazione che probabilmente noi non possiamo nemmeno immaginare. Complimenti dunque a tutte le atlete che hanno saputo conciliare l’essere madri con delle carriere al top, come appunto Serena Williams, ma anche Elisa di Francisca (scherma), Serena Ortolani (pallavolo) e tante altre.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail