Sigarette elettroniche sconsigliate in gravidanza e durante l'allattamento

La sigaretta elettronica, al pari di quella classica, andrebbe evitata sia durante l'allattamento che nella fase di allattamento

Sigarette elettroniche sconsigliate in gravidanza

Fumare in gravidanza fa male e lo sappiamo tutti. Per il bene vostro e del bambino si dovrebbe evitare per tutti i nove mesi di gravidanza e durante l’allattamento, è una rinuncia difficile e stressante per chi è abituato a fumare, ma è essenziale per non avere complicazioni e per lo sviluppo del feto. Lo stesso discorso vale anche per le sigarette elettroniche, la comunità scientifica internazionale consiglia di non farne uso perché ci sono dei rischi per il feto e soprattutto perchè non ci sono studi e certezze sull'argomento.

Le sigarette elettroniche sono un fenomeno abbastanza recente, gli effetti a lungo termine sono sconosciuti e quindi, almeno in gravidanza, si devono evitare, per non incorrere in problemi, complicazioni e disturbi che si sarebbero potuti evitare. La nicotina può avere effetti negativi sui vasi sanguigni e danneggiare la placenta, un organo essenziale per la crescita del feto.

Esistono due tipi di sigarette elettroniche, quelle con la nicotina e quelle che ne sono prive, la prima categoria va evitata per la presenza della nicotina, quelle senza sono sconsigliate lo stesso perché contengono (o possono contenere) derivati del benzene, glicerolo e sostanze aromatiche. Queste sostanze possono interferire con lo sviluppo del feto e dare origine a problemi che potrebbero venir fuori anche dopo tanto tempo. Non ci sono studi, dati e casistiche e quindi è tutto un’incognita, a fronte di tutte queste incertezze rischiare è inutile.

Ormai le mamme sono tutte molto consapevoli dei rischi del fumo in gravidanza, capita però che anche le fumatrici incallite aspettino un bambino, e in questi casi le sigarette elettroniche con pochissima nicotina o con concentrazioni ridotte possono essere un compromesso accettabile, magari usandole come mezzo per arrivare a smettere del tutto nell’arco di qualche settimana o mese.

  • shares
  • Mail