Antibiotici in gravidanza, prescritti al 50% delle mamme in attesa

Il 50 percento delle mamme in attesa ha avuto una prescrizione di antibiotici e in un caso su 5 erano farmaci inadeguati.

Pregnant women patient talking with doctor

Prendiamo troppi antibiotici. È un problema culturale, che però sta mettendo a dura prova la nostra salute. Secondo un recente studio condotto in Lazio, si assumono troppi antibiotici anche in gravidanza e in un caso su 5 sono farmaci inadeguati alla gestazione.

A confermare questa tesi è un articolo scientifico Drug prescribing during pregnancy in a central region of Italy, 2008-2012”, recentemente pubblicato su Bmc Public Health, da cui si evince che l’81,2% delle donne assume almeno un farmaco durante la gravidanza. Vengono prescritti farmaci inappropriati in una gravidanza su cinque e al 50% delle donne prese in esame è stato dato un antibiotico. Quest'ultimo è un dato allarmante se paragonato alle percentuali degli altri contesti europei (dal 27 al 32%).

In un comunicato pubblicato su Epicentro, il portale dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), si legge anche:

"dallo studio è emerso che le prescrizioni considerate clinicamente inappropriate o a rischio teratogeno sono molto contenute ma non nulle, nonostante il rischio sia riconosciuto. Tra le prescrizioni di farmaci a rischio teratogeno va segnalata quella di Ace inibitori e sartani (0,3%) per il trattamento dei disturbi ipertensivi in gravidanza; tra le prescrizioni clinicamente inappropriate, quella di progestinici (22%) per il trattamento della minaccia d’aborto. Inoltre, il 50% delle donne arruolate nella coorte in esame ha ricevuto almeno una prescrizione di antibiotici in gravidanza, una proporzione allarmante se paragonata a quella stimata in altri contesti europei (27-32%)".

  • shares
  • Mail