Allergia al veleno di insetti con pungiglione, cosa fare

Cosa fare con i bambini in caso di allergia al veleno di insetti con pungiglione? Ecco i consigli degli esperti.

insetti con pungiglione

Cosa fare in caso di allergia al veleno di insetti con pungiglione? Complici le giornate trascorse all'aria aperta, è più facile per bambini e non solo essere punti dagli imenotteri. Nella maggior parte dei casi possiamo dormire sonni tranquilli: oltre a un po' di dolore e rossore, non avremo altri problemi. Talvolta, però, possiamo avere reazioni più gravi, a causa della sensibilizzazione allergica ad alcune componenti presenti all'interno del veleno iniettato dall'insetto nella nostra pelle.

Cosa succede quando un imenottero ci punge? Possiamo notare bruciore, dolore, rossore e anche prurito. Se notiamo questi sintomi solo ed esclusivamente nella zona interessata dalla puntura, allora non dobbiamo assolutamente preoccuparci, soprattutto se è una reazione limitata e non esagerata. Dovrebbe anche passare dopo poco tempo.

L'allergia interviene quando la reazione è eccessiva, ha una forte estensione, i sintomi sono più gravi e durano di più nel tempo. Possiamo anche notare rigonfiamento che dura fino a 10 giorni, ma anche febbre, oltre che reazioni in parti di pelle che non sono vicine alla zona dove l'insetto ci ha punto. Si possono anche presentare crisi d'asma e calo della pressione.

Secondo quanto apprendiamo dal sito dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma, quasi 2 persone su 100 possono soffrire di reazione allergica dopo una puntura di api, vespe o calabroni. Cosa fare? Innanzitutto agite il prima possibile:


  • Rimuovete entro 20 secondi il pungiglione, velocemente e con un movimento rapido, usando delle pinzette o le unghie.

  • Applicate un impacco freddo nella zona interessata.

  • In caso di dolore potete anche somministrare un farmaco analgesico o un antistaminico. Localmente si può usare una pomata cortisonica.

  • Cercate di capire qual è l'insetto responsabile.

  • In caso di reazione allergica grave contattare il medico o il pronto soccorso.

  • Se la reazione è stata molto grave, meglio prenotare una visita allergologica.

  • In caso di reazioni molto gravi è necessario somministrare una dose di adrenalina nella coscia per via intramuscolare, che si può ripetere dopo 10 minuti se risultasse necessario.


Foto iStock
  • shares
  • Mail