Come fermare i capricci dei bambini

Scopriamo insieme come bloccare i capricci dei bambini e farti tranquillizzare con una domanda.

Come fermare i capricci dei bambini

Quando i bambini fanno i capricci diventano spesso ingestibili, quando va bene si limitano a lamentarsi e piagnucolare, quando va male piangono e si disperano e diventano inconsolabili. Partiamo dal presupposto che educare i bambini non è mai facile e che, anche i bimbi più buoni del mondo, devono scontrarsi con i no e le punizioni. Quando però i bambini fanno i capricci e si disperano in modo esagerato, o comunque non in linea con il loro normale modo di fare, c’è sempre un motivo e nella maggior parte dei casi sono la stanchezza o la frustrazione del non riuscire a fare qualcosa.

Secondo gli psicologi c’è una domanda che aiuta i genitori e i bimbi a trovare il bandolo della matassa ed è: “Si tratta di un problema, piccolo, medio o grande?”.

Con questa domanda il bambino tende a ragionare e a spiegare cosa non va, qual è il vero problema e quando è grande o piccolo. Una cosa compreso il fulcro del problema si può parlare e provare a trovare una soluzione o almeno un compromesso. Se il problema è piccolo si può risolvere velocemente e si va avanti, se è più grande, non sarà nulla di risolvibile e quindi si può trovare un modo per mettere tutto in ordine.

I bambini vanno educati e si devono alternare bastone e carota, se si lascia correre sempre non si farà un buon servizio soprattutto a loro, che diventeranno adulti prepotenti e dispotici che tendono a puntare i piedi. Se a 5 anni i capricci possono anche essere divertenti, a 40 possono influenzare molto i propri rapporti con gli altri.

via | chedonna

  • shares
  • Mail