Kate e William: niente tablet per i figli George e Charlotte

Kate Middleton e il Principe William non permettono ai figli George e Charlotte di utilizzare il tablet per giocare.

niente tablet per George e Charlotte

Kate Middleton e il Principe William sono dei bravi genitori che cercano di far crescere i loro figli come bambini normali, senza imporgli il protocollo reale che ormai è più che datato, ma con delle regole di buon senso che viene abbastanza naturale condividere. A George e Charlotte è vietato l’utilizzo del tablet, per loro mamma e papà hanno riservato giochi più da bambini, quindi sport all’aria aperta e attività tipiche dei bambini, presumibilmente costruzioni, disegno, bambole e tutto il repertorio dei giochi adatti a bimbi benestanti di 5 e 3 anni.

Il Duca e la Duchessa di Cambridge non solo vogliono crescere i loro bambini senza la tecnologia ma vogliono stimolare le loro abilità con il gioco, insegnandogli a usare le attività manuali che, purtroppo, si stanno perdendo decisamente troppo. Una fonte vicina alla famiglia reale ha raccontato a US Weekly:

“I tablet in quel di Kensington Palace sono visti molto come ‘i giocattoli’ di mamma Kate e papà Will e non come strumenti di diletto che anche i bambini possono utilizzare”.

La Società Italiana di Pediatria mette in guardia i genitori dall’utilizzo di tablet e smartphone per i bambini e consiglia di vietarne l’utilizzo fino ai 2 anni, di consentire al massimo un’ora al giorno tra i 2 e i 5 anni, e un paio di ore tra i 5 e gli 8 anni, sempre sotto stretto controllo dei genitori. Il tablet va inoltre vietato durante i pasti e prima di andare a dormire.

George e Charlotte, ma anche Louis quando sarà più grandetto, crescono come bimbi normali, lontani dai riflettori e dai paparazzi, le uscite pubbliche sono pochissime e sempre centellinate. Sono tenuti ben lontani anche dalla questione erede al trono, ci sarà tempo per parlargliene quando saranno più grandi.

via | cheatsheet

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail